Se ti dicessimo “Trenino Rosso”, cosa ti viene in mente? Sicuramente almeno una volta nella vita hai sentito parlare del famoso Bernina Express, una linea ferroviaria patrimonio UNESCO, che collega Tirano a St. Moritz.

In questo articolo è la guida Francesca ad accompagnarti a bordo del treno. Le sue parole ti faranno viaggiare con l’immaginazione e in un batter d’occhio passerai dai vigneti valtellinesi alle cime innevate.

Buon viaggio!

 

🔻 Francesca, ci avviciniamo all’estate. Qual è l’aspetto più bello del Trenino in questa e nelle altre stagioni?

Come dico sempre, il viaggio sul Trenino Rosso va fatto 4 volte nella vita, proprio perché ogni stagione è un viaggio a sé. In primavera e in estate si trova aperto il Parco delle Marmitte di Giganti che sicuramente merita una sosta; in autunno si dà ampio spazio ai colori caldi con foliage spettacolari e in inverno tutto si fa candido con il bianco della neve.

🔻 Durante le gite si può abbinare il viaggio in treno a delle camminate. Questo permette di vivere un’esperienza più completa?

Il viaggio in treno è  una bellissima esperienza, ma camminare sul territorio permette di addentrarsi appieno e conoscerlo nel profondo.

🔻 In genere quali tappe prediligi?

Propongo sempre tour che partono da Tirano, a 429 metri di altezza, e arrivano ai 2.000 di Ospizio Bernina, che è il punto più alto che tocca il treno. Fatta questa incredibile ascesa, le altre tappe variano in base alla stagionalità.

🔻 Oltre al lavoro di guida, ti occupi di altro nella vita?

Le mie giornate e il mio lavoro sono un mix di due attività: guida turistica e gestione di una struttura ricettiva. In entrambi i casi sono radicata nel territorio di Tirano in cui sono nata e cresciuta.

🔻 Quando ti sei avvicinata al Trenino Rosso?

In occasione del centenario del Trenino ho lavorato 6 mesi al comune di Tirano in affiancamento all’assessorato del turismo. In quei mesi mi sono avvicinata al mondo del trenino e da lì è nata la mia passione: oggi il Trenino Rosso è il mio ufficio itinerante!

🔻 Qual è la cosa che più preferisci della gita con il Trenino Rosso?

Penso che il viaggio sul treno sia bello tutto, ma la cosa che più mi colpisce è riuscire in due ore e mezza a passare dai vigneti della Valtellina, ai laghi alpini, ai ghiacciai e arrivare alla cittadina glamour di St. Moritz. L’esperienza sul treno permette di vedere un ventaglio di luoghi, e a volte di stagioni, davvero ampio. Spesso infatti si parte da Tirano con un clima primaverile e si arriva sulla neve!

🔻 C’è un luogo da cui si passa durante il tragitto che preferisci?

Il mio luogo del cuore è il Parco delle Marmitte dei Giganti, un’opera d’arte naturale e il risultato di cuori appassionati di associati che a titolo volontario da decenni si occupano di questo parco per renderlo fruibile come attrattiva della Val Poschiavo. Amo anche l’Ospizio Bernina: ogni volta che arrivo lì mi travolge una ventata di leggerezza e un grande senso di libertà; è come se mi sentissi fuori dal mondo frenetico e mi ritrovassi nel cosiddetto “slow tourism“.

🔻 Che impressione hanno le persone che partecipano per la prima volta ad una tua gita?

Essendo una meta di cui si parla molto, le persone arrivano avendo già letto o visto qualcosa in merito. Ogni volta però, a fine giornata rimangono stupiti perché ciò che portano a casa è più di quello che avevano visto attraverso foto e video. E resta il desiderio di tornare di nuovo in un’altra stagione.

🔻 Ti è mai successo qualcosa di curioso durante una gita?

Ho due ricordi in particolare. Parto dal primo, quello romantico. Un giorno, arrivati all’Ospizio Bernina, all’interno di un gruppo che accompagnavo un ragazzo ha fatto la proposta di matrimonio alla sua compagna…all’interno del Trenino Rosso! É stato davvero emozionante.

Il secondo ricordo mi fa sorridere ancora con affetto. Al termine di una lunga giornata di tour, mi si è avvicinato un bambino di 8 anni che aveva partecipato con la famiglia e mi ha detto: “Oggi mi sono proprio divertito. É stato bellissimo!“. Queste parole hanno rappresentato per me una grandissima soddisfazione.

Francesca ha già accompagnato più di 200 nostri soci in un anno sul Trenino Rosso e non vede l’ora di accompagnarne altri in questa esperienza emozionante.

Non ci resta quindi che invitarti a partecipare a uno dei prossimi appuntamenti in programma!

 

Scopri altri luoghi del cuore, il Cimitero Monumentale di Milano raccontato dalla guida Veronica , il Sentiero del Viandante raccontato dalla guida Stefano e la Val di Mello raccontata dalla guida Antonio.

Questo articolo è per te Gli articoli del Magazine di Gite in Lombardia sono gratuiti e accessibili a tutti perché far conoscere il territorio è la missione della nostra associazione. Ciò è possibile grazie al contributo dei nostri soci. E tu, vuoi aiutarci a far conoscere le bellezze della Lombardia?

Diventa socio