Lo sappiamo tutti, i tulipani sono i fiori simbolo dell’Olanda e proprio in questo paese è tradizione andare nei campi di tulipani per raccogliere il proprio mazzo da portare a casa. Da qualche anno questa usanza è arrivata anche da noi e ha rapidamente preso piede. In Lombardia ci sono diversi campi you-pick (tu-cogli), angoli di paradiso in cui godere dei colori e dei profumi di questi fiori, scattare bellissime foto e ovviamente raccogliere i tulipani più belli. Ve ne segnaliamo alcuni come consiglio per le vostre e gite e, già che ci siete, perché non sfruttare appieno la giornata unendo anche la visita di qualche luogo speciale nei dintorni?

Tulipani italiani ad Arese: il primo campo you-pick in Lombardia

L’idea semplice e geniale è venuta alla coppia olandese Edwin e Nitsuhe che ha creato il primo campo di tulipani in modalità you-pick in Lombardia. All’inizio volevano semplicemente ricreare l’atmosfera del loro paese d’origine ma, visto il successo, oggi puntano a rendere il giardino di Tulipani Italiani il luogo più sereno e colorato della provincia di Milano. E’ un’oasi di colori e relax dove scattare splendide foto e godersi appieno la bellezza di questi fiori. Per maggiori informazioni sul campo Tulipani Italiani potete visitare il sito web.

Dopo aver ammirato le mille sfumature di questi fiori perché non continuare la giornata con una visita alla vicina Oasi WWF Il Caloggio, caratterizzata da una grande biodiversità con tante specie di piante e di animali selvatici.

Shirin a Ornago: tulipani rossi in segno di amore

Ad aprile 2021 è nato un altro angolo di paradiso popolato da oltre 35.000 tulipani. Stiamo parlando del campo Shirin a Ornago, in Brianza. Il nome di questo campo è legato a una romantica leggenda persiana sulla nascita del tulipano. Secondo il mito, i tulipani sarebbero nati grazie alla storia d’amore tra Shirin e Ferhad e sbocciano ogni primavera per ricordare il loro amore. Il campo di Ornago non si può raggiungere in auto ma solo a piedi o in bicicletta e resta così lontano dal traffico stradale. Per maggiori informazioni potete visitare il sito web.

Potreste prolungare la vostra gita in Brianza visitando il vicino paese di Vimercate che conserva un bel centro storico con edifici di notevole pregio tra i quali la Collegiata di Santo Stefano che spicca per l’imponente mole della torre campanaria e il Santuario della Beata Vergine del Rosario.

Il Campo dei Fiori di Galbiate: tulipani e zucche

Affacciato sul Lago di Oggiono si trova un grande campo fiorito, pieno di colori vivaci e profumi inebrianti. Stiamo parlando del Campo dei Fiori di Galbiate dove potete apprezzare la bellezza di centinaia di tulipani e narcisi. La particolarità di questo giardino è che vive tutto l’anno: in primavera si ammirano e raccolgono tulipani e narcisi, mentre in autunno il campo si riempie di zucche! Per maggiori informazioni visitate il sito de Il Campo dei Fiori di Galbiate.

Se vi recate al Campo dei Fiori di Galbiate vi suggeriamo di portare con voi la vostra biciletta. Uno degli ingressi del giardino si trova infatti in corrispondenza della pista ciclopedonale del Lago di Oggiono, un percorso di 14km che può essere fatto in bicicletta o a piedi e si sviluppa lungo le rive del lago.

Quindicipertiche a Treviglio: tulipani ed educazione ambientale

Quindicipertiche è un’azienda agricola nata nel 2018 nelle campagne di Castel Cerreto, a Treviglio, per coniugare la produzione agricola con il rispetto per la natura, incrementando quindi la biodiversità dei campi. Nel 2020 si è svolta la prima edizione di Tulipani a Treviglio, una manifestazione con auto-raccolta di tulipani, ma non solo: sono state anche selezionate delle varietà ricercate di cereali, come l’orzo mondo o il frumento evolutivo, e promosse attività di educazione ambientali. Per maggiori informazioni potete visitare il sito web di Quindicipertiche.

Dopo aver raccolto i vostri tulipani vi consigliamo di visitare il suo famoso Santuario di Treviglio, dedicato alla Madonna delle Lacrime che nel 1522 salvò la città dalla distruzione da parte delle truppe francesi. L’edificio fu costruito nel 1594 e successivamente ampliato e arricchito con molte opere d’arte.

 

Se amate passeggiare e stare a contatto con la natura potete dare un’occhiata alle nostre prossime gite in calendario. Abbiamo tanti appuntamenti per portarvi a camminare in pianura, in collina e tra le montagne della nostra regione. Qui trovare le nostre PASSEGGIATE NATURALISTICHE .

Cosa c’è dietro questo articolo Migliaia di persone leggeranno questo articolo perché è interessante e totalmente gratuito. Dietro questo articolo però c’è il lavoro di un’associazione che ogni giorno esplora, ricerca e mappa il territorio. E c’è anche qualcuno che la sostiene: i nostri soci. Vuoi farlo anche tu?

Diventa socio