Dopo il grande successo del 2019, torna sul palco di San Michele al Monte Barro una delle orchestre vocali più famose e premiate d’Italia. La Chorus Band si esibirà sabato 9 luglio con la sua formula originale e distintiva: nove artisti che eseguiranno con la sola voce sia la parte vocale che quella musicale di brani memorabili dagli anni ’60 a oggi. Sarà un modo insolito per ascoltare musiche celebri come “Hey Jude”, “What a Feeling”, “Mamma Mia”, “New York, New York” esattamente come le conosciamo ma cantante solo con la voce. Un’esibizione che promette di far venire la pelle d’oca per l’energia e la passione che questo gruppo di fuoriclasse mette nei suoi concerti.

Con oltre 27 anni di carriera e 600 concerti realizzati la Chorus Band è ormai un’istituzione nel settore musicale e per conoscerla maglio abbiamo intervistato il suo creatore e direttore Mario Marelli.

 

Buongiorno Mario, cos’è una “orchestra vocale” e chi sono gli artisti che compongono la Chorus Band?

Quando pensiamo ad un’orchestra viene spontaneo immaginare un gruppo di strumenti musicali. E infatti fin dal Seicento siamo abituati a pensare che solo gli strumenti possano creare sinfonie e melodie, sulle quali, a volte, si inserisce la voce di chi canta. Noi vi stupiremo perché abbiamo completamente eliminato l’utilizzo degli strumenti e sostituiti con la sola voce. Gli artisti della Chorus Band sono in grado di replicare perfettamente il suono di una chitarra, di un basso, di una tromba, perfino di una batteria semplicemente con la loro voce. A questi suoni si aggiunge la voce del solista che esegue la parte cantata. É sempre molto divertente quando inizia una nostra esibizione guardare il pubblico che cerca di scovare sul palco gli strumenti perché i suoni che sente sono gli stessi di sempre ma davanti a loro ci sono solo nove bravissimi cantanti scelti scientificamente per poter riprodurre le varie sonorità.

Sappiamo che avete partecipato al talent X Factor, ci può raccontare com’è andata?

Nel 2009 abbiamo preso parte alla seconda edizione del talent che prevedeva anche la categoria dei gruppi vocali “guidati” da Mara Maionchi. Dopo diversi provini e selezioni andati bene siamo arrivati alla fase dei Bootcamp dove i giudici dovevano comporre le loro squadre per andare al live show. Purtroppo non siamo stati scelti perché la Chorus Band non era adatta alla tipologia di format previsto per X Factor. C’è sicuramente un po’ di amarezza però è stata comunque una esperienza splendida che ci ha dato anche una grande soddisfazione: arrivare tra i primi 20 in una competizione con 20.000 partecipanti.

 

Quali brani ascolteremo allo spettacolo del 9 luglio San Michele?

A San Michele il pubblico avrà modo di ascoltare un repertorio pop e rock con brani evergreen che faranno sicuramente divertire ed emozionare. In generale nei nostri concerti prediligiamo i brani evergreen perché sono conosciuti e molto apprezzati da persone di tutte le età. In repertorio abbiamo 70 brani e per lo spettacolo di San Michele ne abbiamo scelti 20. Su quale criterio è stata fatta la scelta? Semplicemente abbiamo scelto i nostri preferiti. Tra questi 20 brani mi sento di citare “The Sound of Silence” e “We Are The World” un pezzo che proponiamo quasi sempre perché molto corale. Come bis ci siamo tenuti i meravigliosi brani “Imagine” e “Somebody to Love”. Insomma, sarà un concerto di canzoni davvero eccezionali!

 

É la seconda volta che vi esibite a San Michele, nel 2019 fu un grande successo, che ricordi avete di quel concerto e quali emozioni proverà il pubblico quest’anno?

Ricordiamo il concerto a San Michele del 2019 con grande gioia. Fu un’esperienza davvero interessante grazie alla location unica e a un pubblico attento ed entusiasta. Anche quest’anno sicuramente lo stupore sarà tanto, non capita tutti i giorni di proporre il proprio repertorio in un luogo così affascinante. Credo che il pubblico si divertirà molto con le nostre canzoni e verrà naturale tenere il tempo con le mani o unirsi ai nostri solisti per i ritornelli più noti. Il mix di canzoni che abbiamo scelto sarà in grado di dare la carica e di emozionare, di produrre un’esplosione di gioia ma anche di lasciare gli spettatori a bocca aperta. Credetemi: per tutti, anche per chi ci ha già ascoltato, sarà una serata magica e irripetibile!

 

Sabato 9 luglio l’emozione sarà davvero alle stelle e il ritmo e i suoni della Chorus Band travolgenti! Noi non vediamo l’ora di goderci lo spettacolo… e tu?

VAI ALLO SPETTACOLO