Un nuovo tipo di architettura che mette al centro non solo l’uomo ma il rapporto tra l’uomo e altre specie viventi è ben rappresentato dal progetto del bosco verticale, situato nel cuore di Milano. Il bosco verticale si compone di due edifici progettati dal grande architetto Stefano Boeri e situati nella zona di Porta Garibaldi a Milano. Inseriti nel contesto della città metropolitana, i palazzi svettano verso il cielo, e ad arricchirli di natura e colore è la presenza di più di duemila specie arboree. Le due torri sono alte 80 e 112 metri, e nel complesso ospitano 800 alberi di differenti tipologie. L’intera vegetazione che si estende in verticale su una superficie urbana di 3.000 mq equivale a quella di 30.000 mq di bosco e sottobosco.