Stando alla tradizione, all’alba del 29 settembre 1504 la Madonna apparve al tiranese Mario Omodei promettendo la cessazione della peste qualora fosse stato costruito un tempio in suo onore nel punto esatto dove era apparsa. I tiranesi, confortati da una serie di eventi ritenuti miracolosi, subito si attivarono per porre la prima pietra dell’edificio. La Basilica della Madonna di Tirano a tre navate a croce latina è il più bell’esempio del Rinascimento in Valtellina. Ricco fino all’esuberanza di stucchi e sculture, conserva, all’interno, un colossale organo.
Più Info