L’escursione alla Madonna della Neve in Val Biandino, in provincia di Lecco, è una gita impegnativa per la sua lunghezza (quasi 20 km) ma è ombreggiata e agevole. Una volta arrivati a Introbio, si seguono le diverse indicazioni per la Val Biandino. Subito fuori l’abitato si imbocca una strada molto stretta che porta dopo un paio di tornanti in una zona residenziale dove lasciare l’auto. Proseguendo lungo la strada carrozzabile, con una pendenza a volte moderata, a volte severa, ci si inoltra nella bella valle sempre accompagnati dallo scrosciare delle acque del torrente Troggia. Si supera dapprima un ponte, la fonte San Carlo e l’agriturismo “La Baita”. Dopo circa due ore e 40 minuti,si attraversa un ponte su una dolce cascatella arrivando così al Rifugio Tavecchia. Qui si prosegue in piano in mezzo ai prati verso il santuario della Madonna della Neve (m 1595) che si raggiunge in circa 25 minuti. Il panorama è ormai completamente aperto sull’intera valle e sul gruppo del Pizzo dei Tre Signori.

Più Info