Borgo Ticino è un piccolo paese situato al di là del Ponte Coperto rispetto al centro di Pavia. Il borgo è caratterizzato da un aspetto tipico dei villaggi dei pescatori quale era, le cui piccole case posizionate una accanto all’altra si mostrano in diversi colori. A Borgo Ticino, più in particolare sull’argine basso del fiume dopo il ponte, si trova una statua in bronzo: ritrae una lavandaia intenta a lavare i panni. Le sorprese del borgo non finiscono qua, in via Milazzo si trova infatti un’altra statua, questa volta attaccata alla parete di una casa, chiamata la Linguacciona. Quest’ultima raffigura il volto di una donna beffarda che fa la linguaccia e la sua esistenza si deve a una leggenda legata alle lavandaie e ai loro pettegolezzi.

Ti piace utilizzare il nostro sito? Lombardia360 è un progetto editoriale dell’associazione Gite in Lombardia pensato proprio per te, per farti trovare la gita giusta da fare con la famiglia o con gli amici. Se è ben fatto e gratuito devi ringraziare i nostri soci che ci sostengono con il loro contributo. Hai mai pensato di unirti a loro?

Diventa socio