Il rifugio Longo e il Lago del Diavolo in Alta Val Brembana

Nel cuore delle Orobie bergamasche è possibile salire in quota seguendo un itinerario disegnato su una mappa da un camminatore d’eccezione, Leonardo Da Vinci. Un insieme di sentieri utilizzati 500 anni dal genio toscano per andare alla ricerca dei segreti della forgiatura dei metalli e di nuove miniere per conto del Ducato di Milano.

Se vuoi percorrere questo itinerario in compagnia di una guida esperta, Marcello ti aspetta sabato 12 agosto alla gita Trekking tra le vette dell’Alta Val Brembana sulle orme di Leonardo da Vinci. Lungo l’itinerario raggiungeremo anche le cascate Pagliari, il rifugio Longo e il Lago del Diavolo, una vera perla del territorio alpino.

La Val Starleggia e il suo ghacciaio “eroico”

Rimaniamo in alta quota, ma questa volta la nostra meta è la Valchiavenna. Attraverso pascoli, baite in sasso e stupendi panorami potrete raggiungere prima la verde Valle di Starleggia e poi la Valle Sancia. Questa ampia e dolce conca fu creata da un ghiacciaio che oggi ancora resiste protetto dalle pareti del Pizzo Quadro.

La nostra guida Davide sabato 12 agosto durante la gita In Alta Valchiavenna alla ricerca del “gigante bianco” ci aiuterà a ricostruire la lunga storia di questo singolare ghiacciaio. Unisciti a noi, ti aspettiamo!

Il Sentiero del Viandante da Dorio a Colico

Nel periodo di Ferragosto non può mancare una giornata sul Sentiero del Viandante! Si tratta di un’antica via che costeggia la sponda lecchese del Lago di Como da Abbadia a Colico per 45 km. É possibile percorrerlo a tappe per godere appieno dei panorami mozzafiato che regala. Percorrendo la quinta tappa, che unisce Dorio e Colico, attraverserete nuclei di case in pietra, rigogliosi e freschi boschi, la chiesetta di San Rocco arroccata su uno sperone roccioso e infine il lungolago di Colico.

Sabato 12 agosto insieme alla guida Umberto percorreremo proprio questo itinerario. Ma non solo: giunti a Colico ci rinfrescheremo con un divertente bagno nel lago in compagnia! Aspettiamo anche te alla gita Da Dorio a Colico: quinta tappa del Sentiero del Viandante (con bagno nel lago).

Le cascate dell’Acquafraggia

Le cascate dell’Acquafraggia a Piuro hanno origine dal Pizzo di Lago (m 3050) dove nasce il torrente omonimo. Il corso d’acqua, dopo aver dato vita ad un ampio lago montano, supera un dislivello di 1800 metri con vari balzi; da ciò deriva il nome di origine latina “Acqua Fracta”, cioè acqua “spezzata” da cascate. La visita di queste cascate merita da sola una visita ma si può abbinare anche una camminata lungo un sentiero caratterizzato da numerosi balconi panoramici per raggiungeretei 930 metri di Savogno e Dasile, borghi senza auto, prima disabitati e ora custodi di interessanti architetture montane ristrutturate con cura.

Se l’idea di questo itinerario tra cascate e borghi montani ti ha affascinato, ti invitiamo alla nostra gita guidata Dalla cascata dell’Acquafraggia ai borghi montani di Savogno e Dasile che si terrà in compagnia della guida Umberto domenica 13 agosto.

La Valle Bova, oasi verde e fresca in Alta Brianza

Se è la frescura quello che stai cercando senza andare molto lontano dalle città ecco la meta ideale. La riserva naturale della Valle Bova è un ambiente fresco ricco di acqua, grotte e vegetazione lussureggiante. La valle, a un’ora da Milano, è caratterizzata dalla presenza del Buco del Piombo, un’imponente grotta molto scenografica sia per le dimensioni (l’ingresso è grande quanto il Duomo di Milano) sia per l’ambiente naturale che la circonda.

Percorrendo i sentieri della Valle Bova, la nostra guida Leonardo domenica 13 agosto ci condurrà attraverso la Forra del Caino, un ambiente ancora selvaggio immerso in una ricca vegetazione dove, con un po’ di fortuna, potremo osservare alcuni nidi di falco pellegrino. Ti aspettiamo alla gita In Valle Bova tra fresche acque e rocce stillanti, non mancare!

Il Sentiero dei Grandi Alberi a Morterone

Questo itinerario ad anello si snoda da Morterone, che conta solo una trentina di abitanti, fino ai dolci pendii della Costa del Palio. Seguendo questo itinerario potrete attraversare la foresta regionale del Resegone con i suoi “giganti verdi”, imponenti alberi plurisecolari di grande importanza per questo territorio. Lungo il percorso godrete anche di belle vedute sulla Val Taleggio, la Valsassina e le Prealpi Lecchesi.

Se ti piacerebbe esplorare questa zona in compagnia di altre persone, puoi partecipare alla gita Lungo il Sentiero dei Grandi Alberi a Morterone di domenica 13 agosto. In questa occasione sarà la guida Antonio ad accompagnarci e ci farà conoscere le caratteristiche di numerose specie vegetali.

I Laghetti di Ponteranica, nel cuore delle Orobie

Una verde conca ad alta quota (2.100 m) con panorama sulle cime delle Orobie orientali sarà lo scenario di questo trekking. Potrete partire dai Piani dell’Avaro per esplorare con una meravigliosa camminata un angolo poco conosciuto del Parco delle Orobie Bergamasche: i Laghetti di Ponteranica. Il nome deriva dal paese nei pressi di Bergamo che aveva quassù la concessione dei pascoli per i propri mandriani.

Lunedì 14 agosto, Marcello guiderà una gita in questa zona. Partecipare alla camminata Ai Laghetti di Ponteranica: trekking a 2.000 metri nel cuore delle Orobie è l’occasione giusta per conoscere un’ambiente di alta montagna affascinante e fare una divertente esperienza di orientamento con mappa e bussola.

Verso il Pialeral, ai piedi della Grigna

Una bella escursione ad anello che vi farà conoscere una moltitudine di paesaggi è quella che porta al Pialeral. Alpeggi mantenuti vivi da giovani imprenditori agricoli, faggete secolari che rinfrescano in estate, una zona umida all’Alpe Cova che è uno scrigno di biodiversità con il laghetto popolato dai girini e, infine, l’habita del torrente Pioverna che nasce dalla Grigna.

Lunedì 14 agosto la guida Antonio ci accompagnerà per un bel percorso fino al Pialeral e poi lungo il torrente dove potremo rinfrescarci prima di concludere l’anello. Iscriviti anche tu alla gita Verso il Pialeral tra torrenti, colli e faggete ai piedi della Grigna.

I Piani Resinelli e la passerella panoramica

Se state cercando una gita panoramica non potete perdervi la passerella dei Piani Resinelli, sospesa per 12 metri a picco sulle rocce e il Lago di Como che vi permetterà di camminare a mezz’aria. Da qui godrete una superba vista su Lecco e le sue montagne.

Noi ammireremo questo spettacolo al tramonto lunedì 14 agosto insieme alla guida Giulia. Unisciti al nostro gruppo e partecipa alla gita Tramonto sulla passerella panoramica dei Piani Resinelli.

Preda Rossa, una bellissima piana in Val Masino

Questa escursione vi porterà in questa famosa piana della Val Masino sovrastata da ghiacciai e alte cime di rocce grigie e rosse e solcato dalle spettacolari anse del fiume Duino che si snoda al suo interno come un gigantesco serpente. Potrete raggiungere i 2.000 metri circondati dal tipico ambiente di alta montagna dominato dal Monte Disgrazia. Attorno ammirerete le alte pareti rocciose di granito e serpentino caratterizzate dal colore rossastro che danno il nome alla vallata.

Unisciti a noi per scoprire questa piana con la guida Antonio e in compagnia di persone simpatiche e amanti del trekking! Partecipa alla gita Trekking a Preda Rossa: la piana dei ghiacciai e del granito della Val Masino di martedì 15 agosto.

L’Orrido di Nesso

Nesso è un piccolo borgo sulle rive del Lago di Como caratterizzato da una suggestiva gola che taglia in due il paese. Nell’orrido di Nesso due torrenti si incontrano e formano una spettacolare cascata di 200 metri. Si può godere di questo spettacolo già dalla strada, ma è molto meglio ammirarlo dall’antico ponte della Civera sul lago. Durante i secoli la forza delle acque dell’orrido di Nesso fu sfruttata da mulini, cartiere, filatoi e oleifici.

Abbiamo in programma una gita guidata all’Orrido di Nesso per martedì 15 agosto. Insieme alla guida Leonardo giungeremo a Nesso dalla prospettiva più bella, quella del lago, grazie a un comodo battello. Saliremo e scenderemo le infine scalette e le viuzze di questo borgo, continueremo poi con una rilassante camminata tra i boschi per raggiungere una sorgente sempre fresca, i resti di un antico castello e la chiesetta di Vico. Iscriviti alla gita Escursione di Ferragosto all’Orrido di Nesso (con battello) per vivere il tuo Ferragosto in compagnia. Ti aspettiamo!

Il Sentiero Roma in Val Masino

Questa escursione si svolge sull’ultima tappa del Sentiero Roma, l’Alta Via creata dal Cai negli anni ’20 per collegare i rifugi della Val Masino. Nella vostra camminata potrete salire da Preda Rossa attraversando un ambiente unico e spettacolare al cospetto dei ghiacciai del Monte Disgrazia fino a raggiungere il Rifugio Ponti che sorge tra distese di rocce nel punto di incontro tra il granito del Masino e il serpentino della vicina Valmalenco.

Vieni a scoprire questo luogo aspro e selvaggio con meravigliose viste sul Monte Disgrazia e i Corni Bruciati insieme alla guida Antonio e ai nostri soci amanti della montagna e del trekking. Ti aspettiamo alla gita Trekking sul Sentiero Roma: da Preda Rossa al Rifugio Ponti di mercoledì 16 agosto.

Cosa c’è dietro questo articolo Migliaia di persone leggeranno questo articolo perché è interessante e totalmente gratuito. Dietro questo articolo però c’è il lavoro di un’associazione che ogni giorno esplora, ricerca e mappa il territorio. E c’è anche qualcuno che la sostiene: i nostri soci. Vuoi farlo anche tu?

Diventa socio