Ornica è un antico borgo montano a 50 km da Bergamo nel Parco delle Orobie. Il paese si trova a  1000 m di altitudine e mantiene intatto uno stile di vita a misura d’uomo, con i ritmi lenti della natura, fatto di cose semplici e genuine: le vecchie case del centro storico, le baite per la fienagione estiva e l’alpeggio per il pascolo del bestiame. È in questo contesto che nel 2009 un gruppo di donne decise di creare l’Albergo Diffuso Ornica, una struttura dislocata nel borgo per  valorizzare il territorio e creare occupazione in loco.

Nell’ambito del progetto Sentinelle, il nostro progetto editoriale per dare voce a chi cura il nostro territorio, abbiamo intervistato la receptionist dell’Albergo Diffuso che si occupa dell’accoglienza degli ospiti, Graziana Redazzoni, che ci ha raccontato il valore della struttura per questo piccolo paese.

 

Perché avete deciso di creare un albergo diffuso?

Il progetto dell’albergo diffuso rispondeva all’esigenza di dare un lavoro alle donne che abitano nel borgo e che non possono andare a lavorare altrove come fanno quasi tutti gli uomini del paese. Questa attività ci consente di avere un’occupazione e di continuare a vivere qui con tutta la famiglia. Il rischio infatti era quello che le giovani famiglie decidessero di trasferirsi svuotando il paese. Inoltre, a Ornica c’erano molte seconde case che non venivano più utilizzate da tempo e ci è sembrata una buona idea ristrutturarle e trasformarle negli appartamenti dell’albergo diffuso.

Com’è strutturato l’albergo di Ornica?

Abbiamo in totale 7 appartamenti all’interno di tre case diverse, tutti collegati con un’unica reception. Come in un classico hotel dunque, gli ospiti arrivano alla reception e poi noi li accompagniamo nel loro appartamento prenotato. Ogni appartamento è dotato di soggiorno con cucina, camere da letto e bagno. È possibile fare solo pernottamento, oppure mezza pensione o pensione completa. In questi ultimi due casi siamo convenzionati con un ristorante del borgo e i nostri ospiti mangiano lì.

Turisti, famiglie, coppie, passanti… chi sono in genere i vostri ospiti?

Per la maggior parte sono turisti, moltissime famiglie. In particolare persone a cui piace camminare in montagna e che quindi vengono da noi per poi fare trekking ed escursioni in zona. In inverno ospitiamo anche amanti dello sci che dormono qui per poi raggiungere le vicine stazioni di Valtorta e Piani di Bobbio per sciare. Raramente, ma è capitato, qualcuno che passa per lavoro. E poi non posso non esprimere la mia soddisfazione nel notare come ultimamente arrivino anche molte coppie giovani, che amano la montagna.

L’albergo è aperto tutto l’anno? Quando c’è più gente?

Sì, l’albergo è aperto tutto l’anno. I periodi più “pieni” sono i mesi estivi e la settimana di Capodanno.

Chi ha creato l’albergo e come si rapporta con il territorio circostante?

L’albergo è gestito da 10 donne che risiedono a Ornica e che fanno parte della Cooperativa Donne di Montagna. La presenza dell’Albergo Diffuso ha notevolmente migliorato il territorio e lo ha fatto rinascere. Se l’albergo non esistesse probabilmente oggi non ci sarebbero abitanti a Ornica e poche persone visiterebbero il borgo.

Oltre al pernottamento quali attività organizzate?

Durante l’anno organizziamo molte iniziative per far conoscere il territorio e attirare turisti. Nel nostro calendario ci sono escursioni in montagna, giornate dedicate alle erbe spontanee con raccolta e cucina, polentata diffusa, giornata dei funghi, laboratori per famiglie… sono tutte attività che cercano di valorizzare e far conoscere Ornica e la sua tradizione contadina.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale dell’Albergo Diffuso Ornica.

Chi ce lo fa fare Ci siamo impegnati per scrivere al meglio questo articolo e fare in modo che ti fosse utile. Lo facciamo solo per far conoscere a quante più persone le bellezze del nostro territorio. Ma chi ce lo fa fare? Chi sceglie di diventare socio e sostenere la nostra associazione. Ci stai anche tu?

Diventa socio