5 castelli in Lombardia da visitare nel 2018

I castelli sono scrigni preziosi che racchiudono storia, bellezza, eleganza e fascino. Oggi vi proponiamo 5 tra i castelli più belli della Lombardia, splendidi luoghi dove sognare ad occhi aperti e in cui rivivere la magia di epoche passate. Non vi resta che scegliere il castello che preferite e partire per un emozionante viaggio nella storia attraverso la scoperta di infinite meraviglie.

Castello di Malpaga

Alle porte di Bergamo sorge il Castello di Malpaga, uno dei castelli meglio conservati di tutta la Lombardia. Costruito nel Trecento, venne poi ristrutturato dal condottiero Bartolomeo Colleoni che, nel 1456, ne fece rinforzare il sistema difensivo e trasformò l’antica fortezza in una magnifica residenza la cui fama è ancora oggi legata alla gloriosa storia dello stesso condottiero.

VISITARLO PERCHE’? Scoprire il Castello di Malpaga è un affascinante viaggio nel tempo alla scoperta della vita del condottiero Colleoni, vivendo in prima persona l’atmosfera che avvolgeva il Castello e i suoi abitanti.

DA NON PERDERE: le bellissime rievocazioni storiche, amate da grandi e piccini, e le emozionanti visite guidate in abiti d’epoca. Infine, per i più intraprendenti, sarà impossibile resistere all’atmosfera magica e misteriosa del Castello notturno durante la ricerca dei fantasmi che, si dice, vaghino ancora indisturbati tra le sue stanze.

Visite e aperture

 

Castello di San Lorenzo de’ Picenardi

Uno dei più grandi castelli della Lombardia è il Castello di San Lorenzo de Picenardi, immerso in un verdeggiante parco. La struttura originaria probabilmente risale al XV secolo e, ancora oggi, si staglia imponente nelle campagne cremonesi.

VISITARLO PERCHE’? Le mura esterne del Castello, realizzate nell’alto medioevo, non furono mai rimaneggiate nel tempo mentre le sei torri merlate e la facciata scenografica risalgono al XIX secolo. Visitare il Castello è una meraviglia senza fine e ogni suo angolo riserva sorprese: le decorazioni in stile neoclassico, gli affreschi, la raffinatezza degli arredi, l’aria misteriosa dei suoi sotterranei e la cappella medioevale non vi lasceranno affatto indifferenti.

DA NON PERDERE: Per concludere al meglio la visita, concedetevi infine una passeggiata nel bellissimo giardino all’italiana in cui ammirare stupendi pavoni.

Visite e aperture

 

 

Castello di Chignolo Po

Conosciuto come la Versailles della Lombardia, il Castello di Chignolo Po è un tripudio di bellezza e raffinatezza. Risalente al 1200, venne trasformato successivamente in un’elegante dimora settecentesca.

VISITALO PERCHE’? Oggi il Castello di Chignolo Po appare ancora in tutto il suo splendore, circondato dalle campagne pavesi. La sua torre centrale, che svetta imponente offrendo uno spettacolare colpo d’occhio, affascina anche per la storia che racconta. Si tratta infatti dell’elemento architettonico più antico dell’intera struttura, realizzato all’epoca del re longobardo Liutprando per presidiare un lungo tratto del fiume Po e la Via Francigena, frequentata soprattutto dai pellegrini diretti a Roma.  Attraversare le splendide stanze del castello ricche di affreschi, stucchi e statue sarà come rivivere l’atmosfera di un tempo passato, quando qui soggiornavano personaggi illustri.

DA NON PERDERE: E’ impossibile perdersi la visita agli affascinanti sotterranei dove, in passato, veniva prodotto e conservato il vino, e non si può tralasciare una passeggiata nel bellissimo giardino all’italiana che circonda questa splendida reggia.

Visite e aperture

 

Rocca di Angera

La Rocca di Angera è una maestosa fortificazione affacciata sul Lago Maggiore ancora oggi ben conservata. La struttura originaria della Rocca risale alle epoche romane e longobarde, ma il suo stile architettonico è dei secoli XII e XIV. La sua posizione strategica in passato la rendeva fondamentale per il controllo dei traffici militari e commerciali.

VISITARLO PERCHE’? Dalla sua Torre Castellana, una delle parti più antiche del castello, possiamo godere di panorami unici sul paesaggio lacustre e del silenzio che regna tutto attorno. Ma non sarà certo solo la vista sul lago a lustrare gli occhi dei visitatori: una volta entrati nel castello, non si può mancare una visita alla Sala di Giustizia in cui ammirare uno splendido ciclo di affreschi del XII secolo.

DA NON PERDERE: La Rocca ospita anche il Museo della Bambola, unico nel suo genere e considerato tra i più importanti d’Europa, capace di regalare grandi emozioni a grandi e piccini.

Visite e aperture

 

Castello Bonoris Montichiari

Il Castello Bonoris Montichiari sorge sul colle San Pancrazio, in provincia di Brescia. Realizzato nella sua forma originaria nel 1100 per scopi difensivi, nel tempo fu più volte distrutto e ricostruito finché nel XVII secolo finì per essere utilizzato solo come cava di pietre e di materiali di costruzione. La struttura odierna non farebbe mai pensare ad un passato segnato dall’abbandono e dal degrado.

VISITARLO PERCHE’? Il Castello si presenta come un’imponente dimora molto curata con torri e mura merlate, circondata da un vasto parco curato nei minimi dettagli e ricco di fiori e piante. Il Castello è di ispirazione neogotica e romantica e apparteneva al conte Gaetano Bonoris, che lo fece realizzare nel 1800 sui ruderi dell’antica fortezza per ricreare una sua personale idea di Medioevo.

DA NON PERDERE: Le sale interne sono arredate con mobilio dal sapore antico e lo sguardo del visitatore viene facilmente rapito dal fascino dei bellissimi affreschi che riempiono le pareti. Le sorprese però non sono ancora finite: il Castello vi avvolgerà nel mistero con la scoperta di una misteriosa cassaforte segreta appartenuta al conte.

Visite e aperture