4 passeggiate nel Parco del Ticino - Gite in Lombardia
Classifiche

4 passeggiate nel Parco del Ticino

Il Parco del Ticino, nato nel 1974 per tutelare il territorio della sponda lombarda del fiume, si estende su una superficie complessiva di circa 92.000 ettari e tocca 47 comuni nelle provincie di Varese, Milano e Pavia. La grande area compresa nel parco presenta un’immensa varietà di percorsi che costituiscono ottime occasioni per trascorrere una giornata nel verde a poca distanza da Milano. A tal proposito, vi presentiamo quattro bellissimi itinerari di interesse ambientale, storico e culturale. Per maggiori informazioni sui percorsi del Parco del Ticino potete consultare direttamente il sito del parco.

Condividi


    1. L' anello dell'abbazia

    L’anello dell’abbazia, chiamato anche Sentiero delle 5 chiese, è un percorso di media difficoltà che offre al visitatore una visione paesaggistica di pregio, nella quale spiccano elementi religiosi. L’itinerario inizia in prossimità dell’Abbazia di S. Maria di Morimondo, architettura che fonde lo stile gotico francese con il romanico lombardo. Da Morimondo si prosegue in senso orario lungo l’anello e si raggiunge il borgo agricolo di Fallavecchia, al cui interno si trova la Chiesa di S. Giorgio. Proseguendo si intercettano altre tre importanti chiese di campagna (S. Maria Nascente di Coronate, S. Cristoforo di Basiano, S. Giorgio di Fallavecchia) e infine la chiesa parrocchiale di S. Michele di Besate, per poi tornare al punto di partenza.

    Visualizza

    2. L'Anello della Fagiana

    L’anello della Fagiana è un percorso semplice che si sviluppa nella Riserva della Fagiana, anticamente usata per la caccia e oggi trasformata in centro faunistico per la conservazione di alcune specie a rischio. Lungo i percorsi della riserva è ancora possibile scorgere infatti dossi e buche utilizzati un tempo dai cacciatori per nascondersi durante gli appostamenti. Dal centro Parco la Fagiana, in località Ponte Vecchio a Magenta, inizia il percorso ad anello contrassegnato dall’indicazione AF, un itinerario ciclopedonale che vi consente di passeggiare o pedalare nella natura per circa 10 km.

    Visualizza

    3. L'Anello della Zelata

    Dopo aver osservato la cascina e il vecchio mulino di Zelata, frazione di Bereguardo, inizia il percorso ad anello in senso orario per addentrarsi in un ambiente aperto e ricco di punti di osservazione panoramica: da qui si può apprezzare il “gradino geomorfologico” che divide il terrazzo fluviale dal fondovalle del Ticino. Percorrendo poi il percorso lungo l’argine del fiume potrete avvistare specie ornitiche importanti o altri uccelli di ambienti acquatici. Prima di terminare il giro e rientrare quindi nel centro di Bereguardo, avrete anche modo di passare davanti a uno degli ultimi esempi di ponte di chiatte esistente e funzionante in Italia, risalente al 1913.

    Visualizza
    Resta in contatto, ricevi la nostra newsletter! Registrati

    4. Ansa di Castelnovate

    La passeggiata sul Ticino lungo l’ansa di Castelnovate è un semplice itinerario ad anello che si sviluppa in provincia di Varese. Qui il fiume Ticino fa una curva formando un meandro dalla caratteristica forma a “S”. Questo è l’unico punto in cui le acque scorrono in direzione opposta da quella consueta, e cioè da sud a nord. Il percorso lungo circa 7 km inizia e si conclude presso la centrale elettrica di Vizzola Ticino. L’itinerario, tra sentieri che costeggiano il fiume e boschi, vi farà incontrare uccelli acquatici.

    Visualizza

    Camminare in un parco è un ottimo modo per stare all’aria aperta, tenersi in forma e rilassarsi. Ma può anche diventare un modo per conoscere meglio il proprio territorio. Per questo, insieme alla nostre guide, abbiamo pensato a tante proposte che uniscono la camminata con momenti di spiegazione sulla flora, la fauna o la storia locale. Le trovi nella sezione PASSEGGIATE NATURALISTICHE, dai un’occhiata!

    Sei stato qui altre volte? Allora saprai che gli articoli del Magazine di Gite in Lombardia sono scritti con passione e accessibili a tutti perché vogliamo far conoscere a più persone possibili le bellezze del nostro territorio. Senza i nostri soci però non ce l’avremmo mai fatta, perché sono loro che concretamente sostengono questo lavoro. Cosa ne dici di seguire il loro esempio?

    Diventa socio
    La mia posizione
    Ottieni i Percorsi

    Ho preso visione e accetto la privacy policy del sito