Via Francigena lombarda da Pavia a Lambrinia

bici

Mezzo: Tutti i tipi di bici
Partenza: Pavia
Arrivo: Lambrinia
Distanza: 51km
Fondo: Misto
Difficoltà: Facile

Eccoci alla terza tappa della nostra gita in bicicletta sull’Antica Via Francigena. In Lombardia, il tracciato dell’antica via che univa Canterbury a Roma attraversa le province di Pavia e Lodi dal confine con la provincia di Vercelli a quello con la provincia di Piacenza. Questo itinerario è molto adatto alle bici, grazie alla sua modesta pendenza. Attraversando campi e canali, borghi e città questo percorso ci porta alla scoperta di corsi suggestivi e inusuali della Pianura Padana. Dato che il tragitto si svolge in gran parte su vie secondarie e provinciali non esiste un tracciato univoco e molte sono le varianti. Il tratto lombardo ha una lunghezza complessiva di 150km, per comodità lo abbiamo diviso in 4 tappe, Palestro-Tromello (43km), Tromello-Pavia (32km), Pavia-Lambrinia (51km), Lambrinia-Piacenza (25km) ognuna con partenza e arrivo presso una stazione ferroviaria. Oggi percorreremo la terza tappa della Via Francigena da Pavia a Lambrinia.

Terza tappa da Pavia a Lambrinia

Dalla stazione di Pavia raggiungiamo il Ticino percorrendo viale Libertà. Svoltiamo a sinistra e dopo il bar galleggiante Imbarcadero scendiamo a destra verso il Ticino. Seguiamo la pista ciclabile e proseguiamo poi lungo il naviglio pavese. Al primo ponte lo attraversiamo e prendiamo viale Partigiani. Proseguiamo sempre dritti fino a quando superiamo la roggia Vernavola. Qui svoltiamo a destra su via Francana. Proseguiamo dritto fino in fondo alla via e imbocchiamo lo sterrato davanti a noi. Al termine dello sterrato svoltiamo a destra. Seguiamo il sentiero fino a via Montebolone e poi imbocchiamo la pista ciclabile. Al bivio giriamo a sinistra e proseguiamo per un bel tratto lungo via Scarpone. Alla rotonda superiamo la strada provinciale Bronese continuando dritti sulla ciclabile di viale fratelli Cervi. Poco dopo Ospedaletto svoltiamo a destra sulla strada sterrata per San Giacomo. Alla fine dello sterrato teniamo la destra, attraversiamo la frazione di Santa Margherita e dopo una leggera salita arriviamo davanti al castello di Belgioioso. Usciamo dal paese seguendo le indicazioni per Torre de’ Negri, poi continuiamo per Sostegno. Dopo aver costeggiato la roggia Pilastrella giungiamo a Spessa. Svoltiamo a sinistra e continuiamo sulla strada provinciale numero 35 verso San Zenone al Po. Dopo il ponte sull’Olona al bivio svoltiamo a destra per Zerbo e imbocchiamo l’argine sterrato del Po superando una sbarra. Proseguiamo per un lunghissimo tratto lungo l’argine in parte sterrato, in parte asfaltato. In località Castellaro, in corrispondenza di una chiusa, prendiamo la carreccia sulla destra. Costeggiando il fiume Lambro, passiamo sotto la ferrovia e sbuchiamo in località Mariotto nei pressi della stazione di Lambrinia.

Più info