Il Sentiero dei Briganti, chiamato così per le grotte che compaiono lungo il sentiero e che pare ospitassero, nei tempi passati, i briganti che si nascondevano pronti ad assalire i passanti, è un suggestivo itinerario in provincia di Pavia.

Si risale in auto la Valle Staffora fino alla frazione di Fego, nel comune di Santa Margherita Staffora. Si può lasciare l’auto sulla strada provinciale in prossimità del bivio per Fego e si sale in direzione del paese. Appena superato il “Bar Montagnola” si imbocca la strada che scende a sinistra, segnalata con i colori bianco-rosso. In poco tempo si arriva in una bella radura poco distante dal paese dove si nota una moltitudine di enormi sassi di granito che pare venissero usati dai briganti come rifugio e nascondiglio per assalire i passanti. Il sentiero passa in mezzo ad alcune grotte e continua sempre in piano portandosi sulla sponda del rio Montagnola. Il sentiero prosegue lungo il torrente e passa affianco ai resti del Mulino dei Cognassi. Si prosegue lungo la salita verso Brallo si giunge al “bosco dei giganti”, un bosco di castagni secolari che precede l’arrivo alla frazione di Bralello. Si percorre infine un tratto asfaltato fino al cartello che segnala l’arrivo al Passo del Brallo, poco distante dal sentiero numero 101 che conduce verso il Monte Lesima.

Più info