La pista ciclabile della Val Cavallina, in provincia di Bergamo, è un percorso adatto a tutti che permette di vivere tutto il fascino del paesaggio naturale circostante in assoluta tranquillità. Il percorso risale la Val Cavallina per gran parte della sua lunghezza e si sviluppa lungo il fiume Cherio fino a giungere Monasterolo, adagiato sulle sponde del Lago d’Endine, un vero gioiello circondato dai monti. Questo pittoresco comune è uno dei centri più frequentati e suggestivi della zona e tra i suoi siti storici ed artistici di rilievo c’è il castello di origine medievale, il cui giardino è ritenuto uno dei più belli dell’Italia settentrionale. La pista ciclabile parte da Gorlago in Via Montecchi al numero 41, vicino alla sede degli Alpini. La ciclovia diventa quasi subito sterrata e attraversa un bosco che costeggia il fiume Cherio. Dopo una breve salita si scende sulla sinistra verso prati e serre fino alla strada che da Zandobbio conduce a Trescore Balneario. Qui, per chi volesse, è possibile fare una sosta per visitare l’Oratorio di Suardi, un’opera d’arte straordinaria tutta da scoprire. Si prosegue quindi attraverso un nucleo di case fino a riprendere la ciclabile in cemento rosso. Si costeggia il fiume Cherio e si tiene la destra fino a giungere a una strada secondaria a ridosso della montagna. Si prosegue in mezzo ad alcune fabbriche e si torna nuovamente su sterrato. Dopo Borgo di Terzo si continua in salita verso Berzo San Fermo. Si prosegue su cemento costeggiando la Statale 42 del Tonale e si sale verso i Colli di San Fermo per 300 metri prima di svoltare a sinistra. Si supera un’area industriale e si giunge al centro di Casazza, ristrutturato da poco. Qui è necessario prestare attenzione ai molti bambini che giocano lungo la strada chiusa alle auto. Si imbocca Via Piave e successivamente Via dei Lazzaroni verso Monasterolo. Si percorre per 300 metri una strada trafficata e in Via Monte Grappa imbocchiamo una sterrata che conduce sulla sponda del lago. Si raggiunge il cimitero di Monasterolo e, una volta superato il il sagrato della chiesa, si raggiunge la piazza del paese dove termina la ciclabile. Da qui è possibile fare il giro del Lago d’Endine.
Più info