La pista ciclabile della Val Camonica, detta anche pista ciclabile camuna, attraversa tutta la valle in circa 40 km alternando paesaggi naturali a centri abitati quali Breno, Dargo Boario Terme e Pisogne sul Lago d’Iseo. Il fondo è asfaltato e si svolge in sede propria o su strade a bassa percorrenza. L’itinerario è semplice in quanto in leggera discesa e per il ritorno è possibile utilizzare il treno. Questo percorso fa parte della ciclovia del fiume Oglio, un percorso inaugurato nel 2014 che collega da nord a sud la Lombardia in 280 km. Seguendo il corso del fiume Oglio infatti è possibile pedalare dal Passo del Tonale a San Matteo delle Chiaviche sul Po, attraversando le provincie di Brescia, Bergamo, Cremona e Mantova. La partenza della pista ciclabile della Val Camonica è presso la stazione ferroviaria di Capo di Ponte. Capo di Ponte è importante per le testimonianze camune del Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri ed è sede del Museo Didattico d’Arte e Vita Preistorica. Si attraversa il centro storico e si sale fino a Ono San Pietro, punto dal quale si ha una bella vista sulla valle. Si scende verso Cerveno e Losine e si inizia a seguire il corso del fiume Oglio fino a Breno, borgo che merita una visita (se volete affrontare una bella salita vale la pena salire fino al castello). Durante il percorso sono presenti diverse aree attrezzate per la sosta con fontanelle e tavoli da pic-nic. Si arriva al borgo di Cividate Camuno con le sue graziose vie e la torre medievale e si prosegue costeggiando lOglio fino a Esine, dove si consiglia una visita alla Chiesa di Santa Maria Assunta. Prima di giungere nel paese di Darfo Boario Terme si attraversa una suggestiva galleria. Si prosegue, infine, seguendo le indicazioni fino a Pisogne. Per il ritorno è possibile utilizzare la linea ferroviaria che collega Pisogne a Capo di Ponte. Da Pisogne si può affrontare il Giro del Lago d’Iseo o percorrerne solo la sponda orientale fino a Paratico per poi proseguire con la Ciclabile del fiume Oglio.

Mappa percorso