#vacanzeInLombardia Giorno 3: La Cascata del Cenghen

Tutto è iniziato qualche giorno fa quando la nostra amica Fede, grande appassionata di cascate, ci ha chiesto di organizzare una passeggiata insieme che fosse fresca, ombreggiata, facile da raggiungere e soprattutto che portasse ad ammirare un bel salto d’acqua.

Non potevamo deluderla e ci siamo messi subito alla ricerca di una gita con queste caratteristiche…ed eccola qui: l’anello della cascata del Cenghen con partenza e ritorno da Abbadia Lariana, un paese della sponda lecchese del Lago di Como, poco oltre Lecco.

Arriviamo ad Abbadia verso le 10 e parcheggiamo in via Oneda. Il programma è di completare l’anello della cascata in mattinata per poi fermarsi per pranzo in un bar sulla spiaggia del paese. Il tempo previsto per l’intera passeggiata è di circa 2 ore e 30 escluse le soste.

cascata-cenghen-blog.6

Imbocchiamo un sentiero con le indicazioni “Sentiero del Viandante” e poco dopo troviamo un sentiero sulla destra che sale a gradoni nel bosco con le indicazioni per la Cascata del Cenghen. E’ un bel bosco verdeggiante e la nostra amica Eli ci fa osservare le diverse piante e i fiori. Spesso ignoriamo le piccole cose che ci circondano e ci vuole qualcuno che ci spinga a utilizzare tutti i sensi per entrare in contatto con la natura. Così ci divertiamo, tornando un po’ bambini, a toccare le foglie, ad annusare i fiori e a sentire i rumori dell’acqua del torrente che scorre a poca distanza.

cascate-cenghen-blog.1

Continuiamo a salire, non è un percorso particolarmente impegnativo ma bisogna fare attenzione ai sassi e ogni tanto fermarsi per prendere fiato! Arriviamo ad un punto panoramico dal quale ammiriamo il lago e troviamo le indicazioni per la Cascata a 10 minuti…ci siamo quasi.

cascata-cenghen-blog.2

Il percorso per la Cascata del Cenghen è fortunatamente ben segnalato e dopo 1 ora dalla partenza sentiamo l’inconfondibile scroscio dell’acqua. La visione è meravigliosa, una parete rocciosa altissima che sembra stata tagliata in due da un gigante, l’acqua si getta a picco dall’alto sottile ma impetuosa formando una pozza cristallina e freschissima. La cascata diffonde tutt’intorno una frescura inaspettata. Intorno grandi massi che sembrano fatti apposta per sedersi, riposarsi e ammirare la cascata.

cascata-cenghen-blog.7 cascata-cenghen-blog.8

Ci fermiamo una mezz’ora in questo luogo incantato. Non è affollato e godiamo della bellezza della natura. Ritorniamo sui nostri passi ripercorrendo a ritroso l’ultimo tratto del sentiero. Incontriamo tante persone che stanno andando alla cascata probabilmente per fare un pic-nic, menomale che siamo arrivati prima!

cascata-cenghen-blog.3

Arriviamo ad un incrocio con il cartello per la cascata, nell’andata venivamo da sinistra e ora andiamo a destra. Da qui in avanti il percorso non è così ben segnalato come all’andata, ma scopriamo che quasi tutti i bivi portano poi ad Abbadia. Ci facciamo guidare dall’istinto e continuiamo a passeggiare nel bosco fino ad arrivare ad un bellissimo pianoro con vista sul Lago. Scendiamo ancora ed eccoci finalmente nel paese.

cascata-cenghen-blog.4

Raggiungiamo la spiaggia, scopriamo che il litorale di Abbadia è piuttosto lungo e attrezzato. Ci sono zone pic-nic, prati dove sdraiarsi all’ombra degli ulivi e bar. Ne scegliamo uno con la vista sul lago e finalmente ci ristoriamo con un bel pranzo.

cascata-cenghen-blog.5

E’ una gita che consigliamo vivamente, ideale anche per chi abbia solo una mezza giornata a disposizione. E’ adatta a tutti: un gruppo di amici non troppo allenati come noi ma anche famiglie con bambini. In questa stagione è particolarmente piacevole  perché il fitto bosco e la cascata riusciranno a darvi sollievo dalla calura.

Alla prossima puntata,

Beatrice e Marco