Una visita alle Torbiere del Sebino in Franciacorta

La Franciacorta è famosa per le sue dolci colline, i vigneti e il Lago d’Iseo. Ma c’è un’altra meraviglia che forse non tutti conoscono.  Sono le Torbiere del Sebino.

Le Torbiere si trovano alle porte della città di Iseo e occupano una superficie di circa 350 ettari. Una vasta area di grande importanza naturalistica e protetta da una riserva.

Decidiamo di visitarle un bel sabato di marzo. Lasciamo la macchina al parcheggio del centro commerciale “Le Torbiere” a Corte Franca e ci dirigiamo verso il bosco. Per accedere alla riserva è necessario acquistare un ticket di 1€ a persona per contribuire alle spese di mantenimento della riserva.

torbiere_sebino_2

Costeggiamo i primi specchi d’acqua seguendo i sentieri (molto ben segnalati) che ci portano al Monastero di San Pietro in Lamosa, un bellissimo complesso costruito attorno all’anno mille. Visitiamo il chiostro e da qui entriamo nella Disciplina di Santa Maria Maddalena, dove si riuniva la confraternita dei Disciplini, movimento che praticava rigide pratiche di mortificazione del corpo per espiare i peccati. Il ciclo di affreschi cinquecenteschi di questa sala è senza dubbio la più bella opera d’arte del monastero.

torbiere_sebino_3

Il monastero è costruito su una piccola altura dalla quale si domina le Torbiere del Sebino. Mangiamo qualcosa gustandoci questo panorama.

torbiere_sebino_6

Riprendiamo la nostra passeggiata verso nord fino ad arrivare a circa metà della riserva. Lì un percorso di pontili e isolotti ci conduce tra il canneto alla sponda opposta.  Mentre attraversiamo lo stagno, un cigno bianco plana proprio davanti a noi mentre un nibbio, un piccolo rapace, volteggia sopra le nostre teste.

Questo è il posto ideale per gli amanti del birdwatching ma per apprezzare la varietà di specie di questa zona bisogna arrivare all’alba (o anche prima!).

torbiere_sebino_4

Il nostro giro è quasi concluso. E’ mezzogiorno e dopo aver recuperato l’auto ci dirigiamo a Iseo per pranzare sul lungolago e fare una breve visita alla città prima di tornare a casa (con qualche bottiglia di Franciacorta nel bagagliaio!).

Torbiere del Sebino

 VAI AL BLOG