Pedalare sulla neve con la fat bike: una nuova emozione in montagna

Si sta rapidamente diffondendo anche in Italia una nuova forma di divertimento per gli amanti della neve e delle due ruote: la fat bike.
Grazie a queste speciali biciclette gli appassionati della mountain bike non dovranno più attendere l’arrivo della primavera per pedalare in montagna e i meno sportivi potranno godersi lo spettacolo di un bosco innevato in un modo insolito.

fat_bike_1

Cos’è la fat bike?

Le fat bike sono una diretta derivazione delle mountain bike ma sono dotate di ruote di grandi dimensioni e di pneumatici con bassa pressione che assicurano la massima aderenza al suolo. In questo modo pedalare sulla neve diventa molto più facile e sicuro. Il divertimento è assicurato sia per i ciclisti più esperti che cercano avventure più estreme o percorsi lunghi e complessi, sia per chi volesse provare l’ebrezza di pedalare qualche ora in totale tranquillità lungo sentieri in mezzo ai boschi e ai prati innevati.
Per permettere a tutti di avvicinarsi a questa attività sono nate anche le fat bike elettriche che, grazie a un motore a batteria che alimenta i pedali, permettono di pedalare compiendo il minimo sforzo e dando comunque tanta soddisfazione.

Dove andare con la fat bike in Lombardia?

L’uso delle fat bike in Italia è molto recente, sono presenti sul mercato da circa un paio di anni, e per questo non esistono ancora vere e proprie piste riservate esclusivamente a queste biciclette. In genere si percorrono i sentieri utilizzati dagli escursionisti con le ciaspole, ma è sempre consigliabile chiedere prima indicazioni al personale esperto presente nelle strutture addette al noleggio di queste biciclette innovative, anche per avere istruzioni su come utilizzarle al meglio.

fat_bike_2
In Lombardia sono presenti strutture in cui è possibile noleggiare fat bike, prendere lezioni tecniche e partecipare a escursioni che durano qualche ora o anche intere giornate accompagnati da guide esperte. Tra le mete più note citiamo Livigno, Bormio e Santa Caterina Valfurva, in provincia di Sondrio, e Ponte di Legno, in provincia di Brescia. I costi del noleggio vanno dai 15€ ai 90€ a seconda della lunghezza dell’itinerario e della presenza o meno di guide durante l’escursione.

Come vestirsi per usare le fat bike

Come per altre attività invernali che richiedono un certo sforzo fisico, è consigliabile indossare capi non troppo pesanti in tessuti traspiranti che mantengano caldi senza sudare troppo e che proteggano dal vento. Di fondamentale importanza è il casco, sotto cui è meglio avere un cappellino leggero. Da non dimenticare i guanti (quelli da sci vanno bene), gli occhiali da sole e la crema solare che protegge dal riverbero del sole sulla neve. Si consiglia di portare uno zainetto in cui mettere qualcosa da mangiare e, soprattutto, da bere.
Per coloro che scelgono le fat bike con pedalata assistita, invece, meglio indossare capi più caldi, dato che lo sforzo fisico è ridotto. Pantaloni da sci aderenti (in modo da agevolare i movimenti), calzamaglia per i più freddolosi, maglia termica a maniche lunghe e giacca da sci sono fondamentali.

Ora non vi resta che provare la bellissima emozione di pedalare sulla neve e di godere degli affascinanti paesaggi invernali! Buon divertimento!

 

Questo post fa parte della serie #CosaFaccioOggi-Winter Edition