Le più belle ville del Lago di Como

Da sempre lo spettacolare paesaggio del Lago di Como, con i suoi colori, i suoi panorami mozzafiato, i suoi borghi costruiti sulle rive o abbarbicati sulle pendici delle montagne ha attratto visitatori italiani e stranieri. A partire dal Settecento, i più ricchi hanno iniziato a edificare o restaurare meravigliose ville per trascorrere in questo luogo diversi mesi l’anno!

Purtroppo i tempi sono cambiati e nessuno, salvo i pochi fortunati che vi abitano , può passare qui tanto tempo, ma il fascino di queste dimore resta immutato e molte sono aperte al pubblico. Ecco le nostre preferite ville del Lago di Como con qualche dettaglio per stuzzicare la vostra curiosità e invitarvi a fare una visita.

Villa del Balbianello.

Villa del Balbianello

                • Lo sapevate che… la villa ospita un piccolo museo dedicato al Polo Nord, reperti maya, giapponesi, africani e tibetani oltre a tutto il necessario per una spedizione sul Monte Everest. Questo perché l’ultimo proprietario, Guido Monzino, è stato un collezionista e esploratore tra i più famosi del secolo scorso.  Nel 2002 presso la Villa del Balbianello sono state girate alcune scene del secondo episodio della saga di Star Wars. Infine, uno degli elementi più caratteristici della villa è la facciata della chiesa con i due campanili ma non fatevi trarre in inganno, al suo interno non c’è nessun luogo di culto ma la cucina!

 

                

Villa Carlotta 8

Villa Carlotta

              • Lo sapevate che… in aprile e maggio gli oltre 150 tipi diversi di azalee creano un mare di colori e profumi straordinario, questo è sicuramente il periodo migliore per visitare la villa. Le stanze interne ospitano decine di capolavori d’arte, uno per tutti lo splendido dipinto “l’Ultimo addio di Romeo e Giulietta “di Hayez, icona della pittura romantica italiana. Infine, chi era Carlotta, alla quale è dedicata la villa? Si tratta della figlia del principe Alberto di Prussia che la ricevette in dono come regalo di nozze, non male!

 

     Villa Monastero, Varenna

Villa Monastero

  • Lo sapevate che… l’attuale configurazione dell’edificio nasconde le sue origini molto più modeste. Fu infatti fondato come monastero cistercense femminile e mantenne questa funzione per circa 400 anni, da qui il nome. Inoltre, Villa Monastero ospita ogni estate i corsi della Scuola Italiana di Fisica e nei suoi saloni hanno tenuto lezioni oltre 34 premi Nobel.

 

 

Un Pomeriggio a Villa Olmo

Villa Olmo

  • Lo sapevate che… Villa Olmo ospitò nel 1970 una puntata di Giochi senza frontiere, lo storico programma di giochi tra diverse nazioni europee.  La tradizione vuole che il suo nome sia dovuto alla presenza di due olmi di grandi dimensioni nell’area antistante la villa. Infine una bella notizia, a gennaio sono terminati i restauri della sala del Duca e del Cassino Nord riportando all’antico splendore queste stanze.

VAI AL BLOG