La festa di San Giovanni in Lombardia

Secondo alcune tradizioni celtiche e nordiche, la lunga notte di San Giovanni che si celebra tra il 23 e il 24 giugno e che cade pochi giorni dopo il solstizio d’estate (21 giugno) racchiude in sé sia elementi pagani sia legati al cristianesimo. Si tratta infatti una festa di origini antichissime che segnava l’arrivo dell’estate, ovvero il periodo dei raccolti e quello più luminoso dell’anno, e in cui si concentravano cerimonie di ringraziamento alle divinità e rituali propiziatori e divinatori. Per i cristiani, invece, si celebra la nascita di San Giovanni Battista, colui che battezzò Gesù e unico santo per il quale la chiesa cattolica celebra sia la nascita, il 24 giugno che la morte, il 29 agosto.

Sono tante le tradizioni e le credenze popolari legate a questa magica notte che ancora oggi è festeggiata in molte parti d’Italia, come anche in Lombardia.

Sagra di San Giovanni a Monza

Monza San Giovanni Battista è il patrono della città e gli è dedicata una sagra che vanta origini molto antiche. Il 24 giugno, infatti, a Monza si ricorda la costruzione del duomo voluto dalla regina Teodolinda proprio dedicato a questo importante santo. Sono tante le iniziative che ogni anno vengono organizzate per celebrare il santo patrono e molto suggestivo è lo spettacolo pirotecnico finale al Parco della Villa Reale. La giornata del 24 giugno inizia con la santa messa solenne in duomo, adornato a festa per l’occasione con bellissimi addobbi floreali realizzati da fioristi esperti provenienti da tutta la Brianza e che rimangono poi esposti al pubblico in occasione della consueta manifestazione “Altari fioriti”.

 

La festa prosegue con le bancarelle di prodotti d’artigianato e specialità gastronomiche locali che animano le strade di Monza. Da quest’anno sono in programma tante nuove iniziative nell’incantevole Parco di Monza in attesa di concludere la giornata con l’imperdibile spettacolo pirotecnico fatto di luci, suoni e colori.

Cliccate qui per maggiori dettagli sul programma 2018.

Sagra dei Lumaghitt sull’Isola Comacina

Storia e leggenda si uniscono in un altro evento davvero imperdibile sull’Isola Comacina in occasione della sagra dei Lumaghit, con i fuochi d’artificio più famosi del Lago di Como, che quest’anno si svolgerà nel weekend del 23 e del 24 giugno.

 

Lo spettacolo pirotecnico e il simbolico incendio dell’isola riportano al lontano XII secolo durante l’invasione comasca dell’isola che si era schierata con il capoluogo lombardo nel conflitto tra Como e Milano. La storia si mescola anche alla leggenda secondo cui, ben tre secoli fa, San Giovanni Battista liberò tutta la zona dalle tremende grandinate che distruggevano i raccolti durante una processione in barca fino all’isola, dove ancora oggi sorge una chiesetta dedicata proprio a San Giovanni Battista. Da quel momento, per celebrare questo segno da parte del santo, si ripete la processione dei figuranti in costume e contornata da feste ed eventi enogastronomici. I lumaghitt, invece, ricordano l’usanza dell’epoca di mangiare polenta e lumache i cui gusci vuoti venivano utilizzati come lumini sulle acque del lago.

Cliccate qui per maggiori dettagli sul programma 2018.

Anche noi di Gite in Lombardia vogliamo festeggiare insieme la notte di San Giovanni, per questo abbiamo organizzato una passeggiata molto particolare: saliremo sul far della sera sul Monte Nuvolone e da li ci godremo lo spettacolo dei fuochi dell’Isola Comacina. Ma non è finita qui ci saranno, letture, esperienze sensoriali e tanto altro…per saperne di più clicca qui.

Buona festa di San Giovanni a tutti!

 

VAI AL BLOG