In gita con il cane: 9 domande per organizzarsi al meglio

Organizzare gite fuori porta è sempre bello e può esserlo ancora di più se puoi portare con te il tuo cane.

Ti stai preparando alla prossima gita con Fido? Ecco allora 9 domande fondamentali da porti per rendere le tue gite momenti indimenticabili anche per i tuoi simpatici compagni di avventura. Se rispondi “Sì” a tutti questi quesiti allora sei pronto per partire con il tuo amico a quattro zampe.

1- LA META E’ ADATTA ANCHE A FIDO? Prima di andare in qualsiasi posto si raccomanda di verificare se la meta prescelta sia adatta anche al tuo amico a quattro zampe: controlla che il sentiero sia facilmente percorribile anche per lui e non scegliere percorsi con molto dislivello se il tuo compagno di viaggio non è molto allenato. Presta attenzione anche all’altitudine perché anche i nostri fidi compagni, se non abituati, potrebbero risentirne. Nel caso abbia deciso di andare in un parco naturale o in un’area protetta è necessario informarsi bene se è possibile portare il cane o se sono presenti eventuali limitazioni. Il nostro amichetto, infatti, potrebbe essere portatore di batteri e virus pericolosi per alcune specie animali protette.

2- È ABITUATO AD ANDARE IN AUTOMOBILE? È importante che il tuo cane sia già un po’ abituato a fare viaggi in auto e nel caso non lo fosse, occorre abituarlo gradualmente iniziando prima con brevi tragitti. Ricordati che è fondamentale fare soste durante il viaggio, soprattutto se i tempi di percorrenza sono lunghi. Il tuo amico peloso, infatti, ha bisogno di sgranchirsi le zampette, di fare i suoi bisogni e di bere (non troppo però, per evitare poi che vomiti). È inoltre caldamente sconsigliato farlo mangiare poco prima di partire. Meglio anticipare l’ora del pasto il più possibile per evitare che stia male in macchina. In auto il cane deve stare nel bagagliaio, ancor meglio se all’interno di un trasportino rigido (kennel). L’importante è che non si agiti troppo e che non salti sui sedili distraendo il conducente. A tal proposito, ci sono gli opportuni divisori da mettere tra il bagagliaio e i sedili oppure semplicemente si possono alzare i poggiatesta dei sedili posteriori affinché facciano da barriera. Esistono anche cinture di sicurezza studiate appositamente per i cani, ma in realtà non sono molto utilizzate.

3- IL TUO CANE E’ PROTETTO DAI PARASSITI? Assicurati che il tuo amico a quattro zampe sia sempre protetto da punture di insetti e da parassiti con un collare antiparassitario o con repellenti adatti. Una volta rientrati a casa, inoltre, ricordati comunque di dare al tuo amico una bella spazzolata e una bella controllatina.

4- SEI MUNITO DI COLLARE E GUINZAGLIO (IN CASO, ANCHE DI MUSERUOLA)? Il tuo amico a quattro zampe deve essere tenuto al guinzaglio soprattutto nelle aree protette e lungo i sentieri più frequentati. In questo modo potrai controllare meglio i suoi movimenti ed evitare che si trovi in situazioni pericolose o che sia fonte di disturbo per gli animali selvatici. Ricordati che siete voi gli ospiti dell’ambiente in cui vi trovate e che quindi dovete sempre muovervi con rispetto. Lungo i sentieri è anche facile incontrare altre persone, magari intimorite dai cani o che a loro volta sono accompagnate dai loro amici a quattro zampe. In questo caso meglio tenere ben saldo il guinzaglio e cercare di evitare incontri troppo ravvicinati. Per lasciare un po’ più di libertà al tuo cane, si consigliano guinzagli a filo lungo che si possono allungare o accorciare a seconda delle esigenze. Nulla ti vieta, ovviamente, di lasciarli liberi nelle aree a loro dedicate oppure in zone tranquille, sicure e prive di limitazioni e pericoli. Se dovete fare uso di impianti di risalita, i cani possono accompagnarvi senza problemi ma solo se al guinzaglio e, a volte, anche con museruola. Una volta arrivati in cima ricordati, nel caso in cui facciate un grande dislivello, di dar loro da bere per aiutarli ad adattarsi alla quota.

5- HAI PORTATO DELL’ACQUA E UNA CIOTOLA? Anche per i nostri fedeli compagni di avventura è importantissimo idratarsi. Porta sempre con te una ciotola pieghevole comoda e leggera, possibilmente munita di anelli/ganci che consentano di appenderla allo zaino (se ne trovano a prezzi irrisori), e dell’acqua fresca e pulita da dare al tuo amico durante la passeggiata. Lasciarlo bere nelle acque stagnanti non è mai una buona idea perché sono habitat ricchi di batteri e parassiti spesso dannosi.

6- E DEL CIBO? Il cane ha una digestione abbastanza lenta quindi deve consumare il suo pasto almeno tre ore prima di mettersi in cammino per evitare problemi anche seri e spiacevoli inconvenienti. Durante lunghe passeggiate, anche i nostri amici, come noi, devono mangiare poco e spesso. Ecco perché è importante avere sempre delle crocchette e degli appositi snack da dare al tuo cane nel corso della giornata, sia per reintegrare le energie, sia per ricompensarlo per gli sforzi fatti.

7- HAI CON TE I SACCHETTINI DI PLASTICA E UNA PALETTINA? È necessario rimuovere i bisognini del tuo amico. Anche se siamo in mezzo alla natura, ricordati che non sei l’unico turista e i bisogni di un cane sul sentiero sono sempre sgradevoli. Se sei un padrone responsabile, educato e rispettoso della natura e delle altre persone attorno a te non far fare figuracce al tuo amato compagno di passeggiate!

8- HAI UN KIT DI PRONTO SOCCORSO CANINO? Come noi, anche il nostro Fido può farsi male lungo il percorso. Per questo è necessario avere sempre con sé del disinfettante, un paio di forbici con punte arrotondate, bende e garze, una pinzetta per rimuovere corpi estranei da tagli o abrasioni e un piccolo calzino per proteggere le zampe eventualmente ferite. Informati prima su dove poter trovare, in caso di necessità, un ambulatorio o un pronto soccorso veterinario vicino al luogo della vostra gita e comunque tenete sempre alla mano il numero di telefono del vostro veterinario.

9- IL TUO CANE È MUNITO DI PROTEZIONI IN CASO DI INTEMPERIE? Una pioggerella, si sa, non crea grossi danni al nostro caro amico. In caso di pioggia abbondante, invece, è consigliabile avere con sé una cerata per cani in modo da evitare che si bagni completamente, a maggior ragione se dovesse nevicare.

Per proteggere le zampe da terreni molto dissestati oppure da neve e ghiaccio sono spesso utilizzati dei calzini protettivi. In inverno può essere sufficiente anche spalmare un po’ di vaselina sui polpastrelli del cane per evitare che gli si gelino le zampe. L’operazione deve essere ripetuta più volte durante la giornata per assicurare la protezione.

Ora puoi considerarti pronto per goderti una bella gita fuori porta in compagnia del tuo amico a quattro zampe! Buona passeggiata!

 

VAI AL BLOG