E’ arrivata la primavera: 5 gite fuori porta per tutta la famiglia

La primavera è finalmente arrivata, e con essa anche la stagione delle gite all’aria aperta. Adesso che le giornate si allungano e le temperature iniziano a salire è così piacevole uscire di casa che c’è solo l’imbarazzo della scelta per trovare una meta adatta.  Ecco allora qualche consiglio per chi è in procinto di organizzare una gita fuori porta in Lombardia.

primavera-1

Monastero di Torba (Va)

Il Monastero di Torba fa parte dei beni patrimonio dell’Umanità dell’Unesco e coniuga le diverse funzioni che ha assunto durante la sua storia: difensiva, religiosa e agricola. Grazie alle visite guidate dei volontari del Fai è possibile comprendere le molte vicissitudini che nei secoli hanno interessato questo luogo e ammirare gli interni del complesso.

Il monastero è circondato dal verde e fiancheggiato da campi e boschi. Potete raggiungerlo in auto, ma se avete la possibilità, vi consigliamo di arrivarci in bici percorrendo la pista ciclabile dell’Olona che passa a pochi metri dall’edificio.

 

Santuario di San Michele (Lc)

Sul Monte Barro, la montagna che precede Lecco, sorge una chiesa molto curiosa. La sua particolarità è quella di non avere il tetto. Le origini del Santuario di San Michele risalgono all’epoca dei Longobardi e fu più volte rimaneggiato nel corso dei secoli. A sinistra del santuario un sentiero conduce in 5 minuti a una cappella votiva dalla quale è possibile ammirare una bellissima vista sull’Adda e le montagne di Lecco. Vi consigliamo di raggiungere il santuario seguendo il sentiero 304 che sale da via San Michele (proprio di fronte al Ponte Azzoni Visconti di Lecco). E’ una tranquilla passeggiata di circa 20 minuti. Dopo la scalinata iniziale, il percorso non presenta pendenze significative ed è adatto anche alle famiglie con bambini.

primavera-2

Monastero di Astino (Bg)

Il Monastero di Astino si trova poco fuori l’abitato di Bergamo. Sorge nella piccola valle di Astino, un’oasi agricola che è riuscita a preservare un paesaggio di straordinaria bellezza. Già dalla strada che conduce al monastero, attraversando colline e orti sperimentali, si può respirare l’atmosfera di questo posto, tornato a nuova vita grazie al recente restauro. Fondato nel 1107 da alcuni nobili bergamaschi ha raggiunto il massimo splendore nel Cinquecento. E’ stato poi utilizzato come manicomio e infine abbandonato. Oggi è uno dei luoghi più belli dei Colli Bergamaschi.

 

Ciclabile del Naviglio Grande (Mi)

Questo è un grande classico per i milanesi che dopo i mesi invernali voglio tornare in sella e fare una bella biciclettata fuori città. Lasciata alle nostre spalle la Darsena, ci si avvia verso Corsico dove inizia la vera e propria pista ciclabile in sede protetta. Si continua verso il limitare del parco sud e allontanandosi dalla città il paesaggio diventa più gradevole. Per una tranquilla gita in famiglia, vi consigliamo di seguire le indicazioni per l’abbazia di Morimondo. In poco tempo giungerete a questa bellissima abbazia in cotto edificata nel 1134 dove è possibile visitare la chiesa, il chiostro e rifocillarsi prima di tornare a Milano.

lonato

Lonato del Garda (Bs)

Lonato del Garda è una stupenda cittadina che domina il Lago e la pianura bresciana. Può essere la meta ideale per una piacevole gita domenicale dove perdersi tra i vicoli medioevali del centro storico e ammirare la rocca viscontea, uno dei castelli più imponenti della Lombardia. Durante la visita è possibile percorrere il cammino di ronda godendo di uno spettacolare panorama sul Garda e salire sul Maschio per avere una visuale del paese di Lonato. Poco distante dal castello, troviamo la Casa del Podestà, una straordinaria casa-museo quattrocentesca. Si possono visitare oltre venti ambienti ricchi di decorazioni, soffitti intagliati, affreschi, mobili e la straordinaria biblioteca.

 

 VAI AL BLOG