Angera in un giorno: 5 luoghi da vedere sul Lago Maggiore - Gite in Lombardia
Percorsi

Angera in un giorno: 5 luoghi da vedere sul Lago Maggiore

Angera è ricca di innumerevoli bellezze storiche, artistiche e naturali. Ecco 5 luoghi assolutamente da visitare in questo incantevole borgo sul Lago Maggiore.
Condividi

    Quando si parla di Angera, in genere si pensa subito alla famosa Rocca Borromeo. In realtà Angera è ricca di tante altre bellezze storiche, artistiche e naturali. Passeggiare alla scoperta dei luoghi di questo antico borgo lacustre affacciato sul Lago Maggiore e circondato dai dolci pendii delle Prealpi lombarde, è come fare un viaggio nella sua storia millenaria che ancora oggi si racconta attraverso le innumerevoli testimonianze del passato. Noi abbiamo avuto la fortuna di conoscere Angera in occasione dei nostri blog tour organizzati dal Comune e non possiamo fare a meno di consigliarvela come meta ideale per le vostre gite fuori porta all’insegna della storia, dell’arte e della natura adatta in ogni stagione.

    Ecco 5 luoghi di Angera che meritano assolutamente una visita. Buona gita a tutti!

    #1. Rocca Borromeo

    La Rocca Borromeo di Angera è uno dei castelli meglio conservati della Lombardia e svetta imponente su uno sperone roccioso che domina la sponda meridionale del Lago Maggiore regalando scorci molto suggestivi. Passeggiando lungo le sue antiche mura, scoprirete un lungo passato ricco di storia che ebbe origine in epoca longobarda. La vista dalla Torre Castellana, una delle parti più antiche del castello, è davvero unica: da lassù, ammirando il Lago Maggiore, le distese di vigneti e la cittadina di Angera non sarà difficile rivivere le atmosfere di un'epoca passata, quando la rocca svolgeva un importante ruolo di controllo sulle imbarcazioni cariche di merci provenienti anche dall'Oriente. La rocca ospita il Museo della Bambola e del Giocattolo che fu fondato nel 1988 dalla principessa Bona Borromeo Arese e che oggi è annoverato tra i più importanti musei d'Europa in questo settore. Un’altra attrazione irrinunciabile della rocca è la Collezione di Maioliche costituita da più di trecento pezzi rarissimi di manifattura olandese, francese, tedesca, italiana, spagnola, persiana e cinese. Attorno al castello potrete passeggiare nel giardino medievale, ricco di significati simbolici e di diverse specie vegetali. Scopri di più.

    2#. Oasi della Bruschera

    Angera non offre solo storia e cultura, ma anche paesaggi naturali davvero affascinanti come l'oasi della Bruschera, zona umida che rappresenta uno degli ultimi lembi di foresta allagata della Lombardia riconosciuta come sito di importanza comunitaria e zona di protezione speciale. L'oasi è un vero e proprio paradiso naturale a due passi dal centro di Angera facilmente percorribile sia a piedi sia in bicicletta lungo sentieri e strade sterrate ben segnalati che attraversano boschi, prati, stagni e canneti da cui si aprono incantevoli scorci sulla rocca, sul Porto Austriaco di Angera e sull'Isolino Partegora, un piccolo golfo abitato da uccelli acquatici. L'oasi della Bruschera ospita svariate specie di piante e costituisce un rifugio per diverse specie di anfibi, rettili, piccoli mammiferi e uccelli come aironi, folaghe, svassi, gallinelle d’acqua e altri uccelli migratori. La palude è accessibile da tre ingressi: uno da via Arena e due da via della Bruschera, nei pressi di un depuratore consortile dove è anche presente un capanno per il birdwatching. Scopri di più.

    #3. Collina di San Quirico

    Dopo una visita culturale alla cittadina, perché non fare una bella camminata lungo i dolci pendii di Angera? Vi suggeriamo un semplice itinerario fino alla cima di San Quirico che, con i suoi 410 metri di altezza, rappresenta il punto più alto di Angera. San Quirico è raggiungibile lungo il Sentiero delle Erbe, un facile itinerario da poco inaugurato lungo cui scoprire le innumerevoli erbe spontanee e piante officinali del territorio angerese. Il sentiero è molto semplice: è lungo 7 km e presenta un dislivello di 50 m. Per scaricare la mappa dell'itinerario cliccare qui. Sulla sommità della collina di San Quirico sorge l'antica chiesetta dedicata al Santo Martire Quirico arricchita da decori di epoca moderna. Questa chiesetta è molto cara agli angeresi e agli abitanti di Ranco ed è meta di processioni nelle giornate del Lunedì dell'Angelo e del 25 aprile. Scopri di più.

    #4. Santuario della Madonna dei Miracoli o della Riva

    Era il 27 giugno del 1657 quando l'immagine della Madonna con Bambino presente sulle mura di un edificio di Angera iniziò a trasudare sangue. Per celebrare questo evento che fu riconosciuto come un miracolo e per le successive guarigioni attribuite all'immagine della Madonna, fu eretto un santuario che però non venne mai portato a termine soprattutto a causa di una mancanza di fondi. Nel 1735 fu edificato il piccolo campanile sul lato posteriore del tetto e ad oggi la struttura presenta un apparato murario del 1943 eretto a seguito delle opere di ristrutturazione della facciata. All'interno del santuario, sopra l'altare, potete ammirare l'immagine sacra della Madonna con Bambino risalente al 1443 che fu staccata dal muro originario e trasportata sulla tela. L'immagine della Madonna Miracolosa o della Riva è nel cuore degli angeresi e ogni anno, il 27 giugno, viene celebrata con una processione di imbarcazioni sul lago dal Santuario fino all'Isolino Partegora e ritorno. Scopri di più.

    #5. Centro storico

    Partendo dalla via Mario Greppi, che corre in parallelo rispetto al lungolago e attraversa il cuore di Angera sviluppandosi lungo quella che in passato era un'antica strada romana, ovvero la Mediolanum Verbannus che univa Milano e il lago, si possono ammirare alcuni tra i punti più interessanti della cittadina: il Museo Diffuso, il Civico Museo Archeologico, il grande murale "Fanciullo con canestra di frutta" di Caravaggio realizzato nel 2016 con l'uso delle bombolette spray dal celebre street artist Andrea Ravo Mattoni.

    Tra affascinanti scorci e angoli celati da antiche mura, si possono trovare botteghe storiche e alcuni negozi che producono e vendono i prodotti a Denominazione Comunale di Origine come il Panificio Giombelli che produce il Pane di Angera e la gioielleria A.M Oro che realizza gli antichi gioielli celtici angeresi.

    Per le vie del centro potete anche ammirare la Pinacoteca a cielo aperto con le nuove splendide opere di Andrea Ravo Mattoni realizzate questa estate. Qui il nostro articolo dedicato alla pinacoteca a cielo aperto di Angera.

    Articoli consigliati

    Percorsi

    Viaggio tra i castelli della Lomellina

    Lifestyle

    Autunno, la stagione del foliage

    Classifiche

    Anche la nebbia ha il suo perché: 5 luoghi per ammirarla



    Sfoglia il magazine
    Ottieni i Percorsi

    Ho preso visione e accetto la privacy policy del sito

    Ricevi la newsletter

    Non perderti le ultime novità! Ricevi la newsletter con idee per le tue gite fuori porta, consigli stagionali e il calendario degli eventi.

    Le prossime gite organizzate

    Gite in Lombardia ti porta alla scoperta delle bellezze del territorio, anche quelle vicine a casa che a volte conosciamo così poco. Grazie e guide appassionate ed esperte conoscerai la natura, la storia, l’arte e le tradizioni locali e vivrai splendide giornate all’aria aperta e in compagnia.