10 mostre imperdibili per le vacanze di Natale (e non solo)

Il periodo natalizio è sempre molto ricco di mostre interessanti. E’ davvero difficile scegliere le migliori per questo abbiamo selezionato 10 mostre molto diverse tra di loro. Sono quelle che ci hanno colpito di più per l’originalità della proposta e il tema trattato. Ecco a voi la nostra lista delle top 10 da visitare. Noi ci ripromettiamo di visitarne almeno un paio. E voi?

 

“Supermostra, i 60 anni di Esselunga”

Milano, The Mall

fino al 6 gennaio 2018

Installazioni, video e spazi interattivi illustrano il mondo Esselunga e raccontano la del marchio e lo spirito di una delle aziende più famose d’Italia. Percorrendo la mostra è possibile osservare anche prodotti nelle loro confezioni originali di fine degli anni ’50; una “camera delle meraviglie” anni ’80; sculture e quadri con le iconiche campagne pubblicitarie di Armando Testa. Alla fine del percorso una stanza illustrerà i segreti della filiera produttiva attraverso musica e immagini caleidoscopiche.

 

“Revolution. Dai Beatles a Woodstock”

Milano, Fabbrica del Vapore

fino al 4 aprile 2018

500 oggetti-testimoninze (canzoni, oggetti di design, abiti, film) catapultano il visitatore nell’atmosfera del periodo della controcultura, muovendosi tra i luoghi in cui la rivoluzione fu più forte. Alla fine del percorso una sala immersiva con cuscini e maxi schermo permette di rivivere il leggendario Festival di Woodstock del 1969.

revolution_beatkes

 

“Una metropoli costruita con 7 milioni di Lego”

Milano, Palazzo Giureconsulti

Fino al 14 gennaio 2018

Edifici, abitazioni, un quartiere residenziale, strade, un centro commerciale, una fioreria, un negozio di animali, una pasticceria, un cinema, diverse paninoteche, un barbiere e persino l’ufficio di un investigatore privato. Tutto realizzato con i famosi mattoncini del Lego su una superficie di 60 metri quadrati.

 

“Milano e la Mala”

Milano, Palazzo Morando

Fino al 11 febbraio 2018

La mostra racconta la storia recente di Milano attraverso il suo lato più oscuro. Quarant’anni di vita che tracciano il volto tragico di una metropoli in rapida ascesa economica, in cui i fatti reali sembrano usciti dalla penna di un grande scrittore di gialli.

 

“Il mondo fuggevole di Toulouse-Lautrec”

Milano, Palazzo Reale

Fino al 18 febbraio 2018

Uno degli autori più controversi dell’800 è al centro di questa mostra. L’evoluzione stilistica dell’autore, di origine aristocratica ma testimone della Parigi più viva e popolare, viene delineata in tutte le sue fasi di maturazione, dalla pittura alla grafica, con particolare riguardo per la sua profonda conoscenza delle stampe giapponesi e per la passione verso la fotografia. In mostra sono esposte oltre 250 opere di Toulouse-Lautrec, con 35 dipinti oltre a litografie, acqueforti e affiches.

Henri-de-Toulouse-Lautrec-jalo-arte-20

“Il canto della Terra”

Varese, Museo Castigioni

Fino al 7 gennaio 2018

Questa mostra didattico-interattiva  raccoglie e documenta centinaia di oggetti sonori provenienti dal regno minerale, vegetale e animale in un percorso da vedere, sentire, suonare. Un itinerario per esplorare come la musica ha animato la preistoria e la storia dell’uomo, prima dell’avvento della meccanica e dell’elettronica, quando l’interazione tra Uomo e Natura era assoluta.

 

“Sacri Monti Prealpini”

Varenna (LC), Villa Monastero

Fino al 4 aprile 2018

Questa mostra itinerante è ora ospitata sulle rive del Lago di Como nella prestigiosa sede di Villa Monastero a Varenna. La mostra è composta da 30 pannelli fotografici, con alcune brevi presentazioni storico-artistiche che raccontano la bellezza e il fascino dei nove Sacri Monti prealpini, tutti da conoscere e scoprire.

 

“Robert Doisneau, pescatore d’immagini”

Pavia, Broletto – Piazza della Vittoria

Fino al 28 gennaio 2018

Ospitata nello storico palazzo del XII secolo, la mostra esposte circa 70 immagini in bianco e nero di uno dei più grandi maestri della fotografica.  L’autore di scatti quale il celebre “Il bacio”, divenuto una vera e propria icona del secondo dopoguerra,  è qui raccontato attraverso alcune delle opere più belle. Un modo divertente e originale di ripercorrere la nostra storia recente.

bacio

 

“La Storia dell’Arte raccontata ai bambini”

Monza, Villa Reale

Fino al 7 gennaio 2018

L’obiettivo di questa mostra è educare i più piccoli alla Bellezza che l’uomo ha saputo creare in millenni di storia, mettendoli al centro del racconto. In ciascuna sala, i bambini sono accolti da brevi filmati nei quali gli artisti del passato raccontano la loro vita, la loro arte e i loro capolavori. Alla fine di ogni racconto i giovani visitatori sono invitati a rielaborare i concetti che hanno visto e ascoltato dalla viva voce dei Maestri. Leggi qui la nostra visita a questa mostra.

 

“L’ultimo Caravaggio”

Milano, Gallerie d’Italia

Fino all’8 aprile 2018

La mostra illustra l’influenza dell’estetica caravaggesca sui pittori operanti tra il 1610 e il 1640 nei luoghi dove il Maestro soggiornò, come Roma, Napoli e l’Italia meridionale. Tra le oltre 50 opere esposte ve ne sono anche diverse di pittori che, in centri come Firenze, Bologna, Venezia, Torino, Genova e persino a Milano (dove Caravaggio nacque e si formò, ma da dove si allontanò precocemente senza più lasciare tracce di sé), non subirono l’impronta di Caravaggio.“

 

Questo post fa parte della serie #CosaFaccioOggi-Winter Edition