Il Museo del Presepio si articola su due piani e ospita oltre 500 presepi differenti per epoca, provenienza, dimensione e materiale. Le opere più antiche, risalenti al Settecento, all’Ottocento e al primo Novecento, testimoniano la varietà di stili, materiali e tipologia di composizione delle varie Scuole Italiane. Al primo piano sono ospitati splendidi esemplari di presepi Napoletani del Settecento, tra cui un vero e proprio “scoglio” napoletano di oltre 20 metri quadrati con più di 130 statue a comporre tre grandi scene e numerose piccole scenette di vita quotidiana. Un posto di rilievo nella collezione è occupato dal presepio bergamasco: al Museo del Presepio è possibile ammirare la ricostruzione di una bottega per la realizzazione di figure in gesso realmente esistita a Bergamo alla fine dell’Ottocento. Accanto agli esemplari antichi troviamo opere d’arte presepiale contemporanea provenienti dalle scuole siciliana, pugliese, sarda, ligure e trentina. La collezione comprende anche presepi che provengono dai cinque continenti, frutto dell’artigianato di diversi paesi del mondo. Al piano inferiore troviamo i diorami di rara maestria di noti presepisti. Si può infine completare la visita assistendo alla drammatizzazione della storia sacra attraverso un presepio didattico-elettronico e sono presenti anche una biblioteca, un vasto archivio, una raccolta di rari presepi di carta, di francobolli, di immagini sacre, di cartoline e di musiche inerenti al Natale e al presepio.
Più info

Per i soci di Gite in Lombardia ingresso ridotto. Scopri di più.