I Giardini della Villa Reale di Monza furono progettati da Giuseppe Piermarini tra il 1778 e il 1783 e fondono diversi stili paesaggistici. Il famoso architetto, ispirandosi dapprima ai principi della moda francese, iniziò a impostare i giardini secondo un grande disegno geometrico e regolare per poi optare per l’innovativo stile inglese ravvisabile nella sezione settentrionale con il laghetto, la grotta, il tempietto d’ispirazione classicista e l’organizzazione libera degli spazi verdi. Oltre a regalare scorci ineguagliabili ai visitatori, i Giardini della Villa Reale di Monza svolgono un ruolo importante anche a livello ecologico e naturalistico ospitando diverse specie animali e vegetali. Tra la grande varietà di alberi ultrasecolari spiccano due querce monumentali dell’età di circa due secoli. È possibile anche visitare l’incantevole roseto che ospita tantissime varietà di rose da tutto il mondo. I giardini sono aperti gratuitamente tutti i giorni. Gli orari di accesso variano a seconda della stagione invernale ed estiva. Il roseto è aperto da maggio a luglio dal martedì alla domenica.
Più Info