Situato in posizione strategica a circa 1730 metri sul livello del mare, il Forte Venini di Oga fu realizzato a difesa dei principali valichi alpini e faceva parte di una vasta rete difensiva alpina, la Linea Cadorna, costruita per difendere il territorio italiano da eventuali attacchi austro-ungarici. Il forte fu realizzato seguendo alla lettera i migliori studi d’architettura militare di inizio secolo e sulla copertura sono ancora presenti quattro cupole corazzate in acciaio che proteggevano i cannoni che avevano una gittata massima di 12 Km. Abbandonato al termine della Seconda Guerra Mondiale, il Forte fu riaperto al pubblico nel 1985 come museo tuttora visitabile. Il forte è raggiungibile a piedi tramite una strada lungo la quale si possono osservare gli edifici di pertinenza del forte, come la casermetta, gli alloggi e la postierla. All’interno del corpo principale del forte si possono visitare diversi locali, come la caponiera ovest, la camerata ufficiali, la torretta di mitraglia occidentale, il locale batterie e la stanza dove è ancora presente il generatore di corrente.
Più info