Immerso nel verde delle montagne, Clusone è una delle località più famose dell’alta bergamasca. La sua collocazione geografica lo rende una piacevolissima meta sia per una gita di una giornata sia per qualche giorno di relax.

Un gita fuori porta a Clusone

Clusone è anche definita “città dipinta” per la ricchezza degli affreschi realizzati nel corso dei secoli sui muri degli edifici, agli angoli delle vie, all’interno di chiese e palazzi. Tra quelli più noti sono gli affreschi sulla facciata del Palazzo del Comune e quelli dell’Oratorio dei Disciplini con un affresco del XV secolo che rappresenta il Trionfo della morte e una danza macabra di grande interesse.
Percorrendo le vie del centro storico, si respira il fascino del passato e le sorprese non mancano: palazzi con resti di affreschi e con portali dei secoli XVI e XVII, case con loggiati seicenteschi, decorazioni di facciate del quattrocento e del settecento, chiostri di antichi conventi, piazzette caratteristiche.
Il cuore di Clusone è però rappresentato dall’orologio planetario che colpisce per la straordinaria complessità dei suoi meccanismi con cui riporta i movimenti astrali, della terra, del sole e della luna, il tutto con una grandissima precisione. L’orologio fu costruito da Pietro Fanzago, illustre matematico e meccanico, e fu collocato sulla torre civica nel 1583. Altri edifici particolarmente interessanti sono la basilica di Clusone, autentico scrigno di un gran numero d’opere d’arte, e realizzata in uno dei punti più panoramici del borgo dal quale si può ammirare l’intero abitato e le sue adiacenze e Palazzo Marinoni Barca, sede del Museo Arte Tempo.
Più Info