Il pittore, scultore, architetto e scenografo Lodovico Pogliaghi concepì questa abitazione come un laboratorio-museo dedicato al ritiro, allo studio e all’esposizione del frutto della sua passione collezionistica. L’edificio, progettato dallo stesso Pogliaghi, riflette il gusto ecclettico del tardo ‘800 e l’interesse del proprietario verso tutte le forme d’arte, con sale ispirate ai diversi stili architettonici e un giardino all’italiana costellato di antichità e oggetti curiosi. La villa, donata da Pogliaghi alla Santa Sede nel 1937 e oggi di proprietà della Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano, è stata aperta come museo dal 1974. Si può visitare la casa-museo, posta in posizione panoramica sul sacro monte di Varese, il sabato, la domenica e i giorni festivi. D’estate sono previste anche alcune aperture straordinarie serali.
Più Info