L’abbazia di Chiaravalle fu fondata nel 1135 in un’area originariamente paludosa e incolta per volere di un gruppo di monaci dell’Abbazia di Citeaux in Francia. La costruzione della chiesa attuale è iniziata tra il 1150 e il 1160 su una prima cappella originaria, di cui oggi rimane poco o nulla. Quando sorse divenne presto cuore del borgo omonimo, polo culturale e sociale, attorno al quale ruotava la vita dell’intero villaggio. Grazie alle bonifiche dei terreni e alle opere idrauliche dei monaci che la abitavano, svolse anche un ruolo fondamentale per lo sviluppo economico della bassa milanese nei secoli successivi alla sua fondazione. L’Abbazia di Chiaravalle, splendida nelle sue forme eleganti, tipicamente legate all’ordine cistercense, è realizzata in cotto e marmo. La facciata a capanna della chiesa è aperta in alto da un oculo, una piccola apertura a forma circolare a scopo decorativo, mentre all’interno il pezzo di maggior pregio è il coro ligneo circondato dagli affreschi della volta e del transetto. Importanti artisti dell’area milanese contribuirono alle decorazioni interne tra il Cinquecento ed il Settecento quali Bernardino Luini e i fratelli Fiammenghini. Merita una visita anche il chiostro adiacente dal quale si ha una meravigliosa vista sulla torre campanaria detta “Ciribiciaccola”.
Più Info