L’itinerario, consigliato da giugno a ottobre, parte dalla località Piani dell’Avaro in prossimità dell’omonimo rifugio e della Baita Ciar, dove c’è possibilità di parcheggiare l’auto. Si inizia seguendo il segnavia CAI 109. Si sale poi lungo la dolce e panoramica costa fino a raggiungere un bivio in cui tenere la destra. Si giunge al Baitel, piccolo edificio oggi adibito a bivacco e posto nel Sito di Importanza Comunitaria Valtorta e Valmoresca, vasta area tutelata per la sua ricchissima varietà di specie animali e vegetali che vi vivono. Proseguendo lungo il sentiero si notano i resti di una miniera a testimonianza di un passato legato a una lunga tradizione mineraria di queste zone. Il percorso continua salendo deciso e si raccorda al Sentiero delle Orobie Centro Occidentali (segnavia CAI 101). Godendo di splendidi panorami sui Piani dell’Avaro e sui pascoli dell’Alpe Foppa si prosegue fino a imboccare il sentiero CAI 109. Si giunge alla conca dei Laghi di Ponteranica. L’itinerario prosegue lungo un sentiero non segnalato che in breve rimonta le pendici detritiche del versante settentrionale del Triomen, culminando su una selletta a Ovest della cima (m 2200) da cui ammirare bellissimi scorci. Si incrocia nuovamente il Sentiero delle Orobie Occidentali e si procede seguendo il segnavia CAI 109 A fino a ricollegarsi al tracciato percorso all’andata per poi tornare ai Piani dell’Avaro.

Più info