Questa escursione si può fare tutto l’anno. L’itinerario attraversa la Val Dagua, una valle selvaggia della Valmalenco. Giunti al paese di Torre di Santa Maria si prosegue fino alla frazione di Cristini, dove, allo slargo in cui termina la strada, si può lasciare l’auto. Ci si mette in cammino seguendo le indicazioni per Dagua ed i segnavia bianco rossi. Arrivati a un bivio, si segue il sentiero di destra che conduce al solco della valle. Si oltrepassa il torrente Frisigaro, ci si sposta sul lato opposto della valle (quello meridionale) e si sale per imboccare il sentiero che esce dal nucleo di Zarri. A questo punto si tiene la sinistra, tornando verso il centro della valle. Il sentiero passa le baite di Crisci e poi sale fino a quelle del maggengo dei Campèi. Si imbocca poi il sentiero al limite del bosco che sale fra betulle e larici fino a sbucare in vista delle baite all’Alpe Bracciascia (m 1573). Per tornare a Cristini si può riprendere la stessa via dell’andata in salita oppure seguendo la variante più lunga che passa per Spotolo, Cevo e Marveggia e Zarri, dove si riprende il sentiero che scende al torrente Frisigaro e porta a Cristini.

Più info