L’escursione al Rifugio Antonietta è una gita classica della Valsassina, da non sottovalutare per il dislivello abbastanza accentuato. Arrivando in auto da Lecco percorrendo la provinciale 62, si supera il paese di Ballabio e in località Balisio si volta a destra subito dopo un grande distributore di benzina, imboccando una stradina sterrata con le indicazioni per il Rifugio Antonietta Pialeral. Si parcheggia nei primi spiazzi disponibili e si comincia la passeggiata. In circa 20 minuti si arriva alla cappella del Sacro Cuore dove tenere la sinistra seguendo l’indicazione per il Rifugio Antonietta Pialeral. Tutto l’itinerario è ben segnalato e attraversa cascine ancora in funzione e ponticelli che attraversano il torrente Pioverna, che scende tortuoso. Ci si inoltra in un bel bosco di betulle fino ad un poggio dove i panorami cominciano finalmente ad aprirsi su Pizzo dei Tre signori, sulla Grignetta, sul Grignone e sul Zuccone Campelli. Finalmente si arriva nei pressi dell’Alpe Cova dove sorge un piccolo laghetto con fontana. In pochi passi si giunge il Rifugio Antonietta Pialeral (m 1.400).

Più Info